Assistenza ospedaliera per intensità di cura

In Emilia-Romagna è stata avviata la sperimentazione di una modalità alternativa di organizzazione dell’ assistenza in ospedale. Un'organizzazione non più articolata, come da tradizione, in Reparti o Unità operative in base alla patologia e alla disciplina medica, ma articolata in aree omogenee, che ospitano i pazienti in base alla gravità del caso clinico e del livello di complessità assistenziale.
L’obiettivo è coniugare meglio sicurezza, efficacia, qualità dell'assistenza ed efficienza dei processi.

La centralità del paziente

Attorno al paziente si muovono i professionisti e si aggregano le tecnologie. Un ospedale quindi ad alta intensità di relazioni, che favorisce  l’interprofessionalità, l’interdisciplinarietà, il dialogo e si propone di garantire la più completa integrazione delle diverse competenze professionali necessarie per trattare le patologie di pazienti riuniti in una piattaforma logistica di ricovero con uguale livello di bisogno assistenziale. Il medico resta il responsabile del  percorso diagnostico e terapeutico (ad esempio cardiologo per il cardiopatico); all’infermiere è affidata la gestione assistenziale per tutto il tempo del ricovero.

L’assistenza per intensità di cura prevede tre livelli:

  • alta intensità (le degenze intensive e sub intensive…); 
  • media intensità (le degenze per aree funzionali: area medica, area chirurgica...);
  • bassa intensità (per pazienti post acuti).

La sperimentazione di questo modello organizzativo è in corso in 11 Aziende sanitarie. Si tratta di: Azienda Usl di Piacenza, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, Azienda Ospedaliera e Azienda Usl di Reggio Emilia, Azienda Ospedaliero-Universitaria e Azienda Usl di Modena, Azienda Ospedaliero-Universitaria e Azienda Usl di Bologna, Azienda Usl di Imola, Azienda Usl di Ferrara, Azienda Usl della Romagna (Forlì).

La Regione Emilia Romanga ha supportato le sperimentazioni con un gruppo di lavoro regionale, uno specifico evento formativo rivolto ai gruppi di progetto delle Aziende sanitarie e da 6 incontri di monitoraggio, per condividere i percorsi intrapresi e l’evoluzione dei progetti stessi. L’ultima fase del monitoraggio, da parte della Direzione generale cura della persona, salute e welfare della Regione Emilia-Romagna, riguarda la somministrazione di un questionario on-line a tutte le Aziende sanitarie coinvolte nella riorganizzazione per intensità di cura, finalizzato ad indagare le diverse modalità organizzative adottate.


Documenti e interviste sul tema dell'assistenza ospedaliera per intensità di cura

 Workshop "Intensità di cura: le esperienze della Regione Emilia-Romagna" Bologna, 6 maggio 2016

“Ospedale per intensità di cura: strumenti per la classificazione dei pazienti” (febbraio 2015)

Ospedale per intensità di cura: la proposta della Regione Emilia-Romagna

Ospedale per intensità di cura: i progetti in sperimentazione in Emilia-Romagna 

Determina n. 7195/2012: "Costituzione gruppo di lavoro Ospedale per intensità di cura e complessità assistenziale. Integrazione alla determina n. 16356/2011”

Determina n. 16356/2011: “Costituzione gruppo di lavoro Ospedale per intensità di cura e complessità assistenziale”

Convegno nazionale “Modelli di assistenza ospedaliera per intensità di cura” (Bologna, 29-30 marzo 2012)

Intervista a Eugenio Di Ruscio, responsabile del Servizio presidi ospedalieri, Regione Emilia-Romagna (dalla pubblicazione "Innovare per migliorare", presentata dal Servizio sanitario regionale dell'Emilia-Romagna a Exposanità 2012)

Newsletter "Saluter notizie del 26 marzo 2012": intervista a Eugenio Di Ruscio e a Maria Mongardi, Servizio presidi ospedalieri, Regione Emilia-Romagna

Corso formativo manageriale "Ospedale per intensità di cura" (Bologna, 2 e 16 maggio 2012 - Bologna, 9 e 22 ottobre 2012)

Giornata di studio "Ospedale per intensità di cura: strumenti per la classificazione dei pazienti" (Bologna, 25 giugno 2012)

Azioni sul documento
Pubblicato il 14/04/2016 — ultima modifica 06/07/2017

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali