La rete regionale dei Centri di Senologia dell’Emilia-Romagna

Dal 2018 sono 12 le strutture operative in tutto il territorio regionale

Dal 2018 è attiva in Regione Emilia-Romagna la rete dei Centri di Senologia multidisciplinari (Breast Unit) che consta di 12 strutture in tutto il territorio regionale
È il risultato di un percorso articolato, iniziato con il recepimento dell'atto di intesa tra il Governo e le Regioni sulle Linee di indirizzo ministeriali (Delibera n. 800 del 1/07/2015) che conferma l’Emilia-Romagna tra le Regioni più virtuose in termini di organizzazione dei servizi di diagnosi e cura del tumore al seno.

La DGR nr. 345/2018  ha istituito la Rete disegnando un sistema organico di presa in carico delle donne in tutte le fasi del percorso, dalla prevenzione alla terapia, al follow-up e alla riabilitazione.

 

Obiettivi e criteri di qualità della Rete dei Centri di Senologia

Il Centro di Senologia (CdS) è la struttura nevralgica dell’interno del percorso diagnostico, terapeutico e assistenziale del tumore alla mammella.

La normativa regionale ha definito l’assetto organizzativo di ogni Centro delineando ruoli decisionali e  responsabilità, nonché tempi e percorsi delle varie fasi dell’assistenza, dalla diagnosi, alla terapia, al follow up.

Il percorso assistenziale fornito dalla Rete regionale dei Centri di Senologia rispetta le linee guida attualmente in vigore nelle diverse discipline e garantisce in modo condiviso il migliore livello di appropriatezza nell’applicazione e nella sorveglianza di procedure comuni in tutte le fasi del percorso (PDTA). È frutto di un lavoro capillare di interazione tra tutti i professionisti coinvolti nell’attività dei Centri che hanno, inoltre, condiviso indicatori di sorveglianza per la tutela dell’appropriatezza di tutto il percorso assistenziale.

Sono stabiliti requisiti di qualità per assicurare standard di efficienza come l’associazione positiva fra volume di attività chirurgica per centro e per operatore e i migliori esiti della chirurgia per tumore maligno della mammella, alti livelli di competenza clinica di tutti i professionisti, omogeneità dei protocolli, una valutazione multidisciplinare per la presa in carico e la continuità assistenziale tra il Centro e il territorio (medicina generale).

 

Diagnosi precoce del tumore al seno in Emilia-Romagna

In Emilia-Romagna il carcinoma della mammella è responsabile del 29% dell’incidenza dei tumori maligni nelle donne con oltre 4.500 nuovi casi all’anno. 

Dal 1996 è attivo il programma di screening per la diagnosi precoce del tumore della mammella per la fascia di età dai 50 ai 69 anni e dal 2010 è stato esteso alle fasce 45-49 e 70-74 anni.

Esiste, inoltre, un percorso specifico che permette di approfondire il proprio rischio eredo-familiare per tumore al seno, con l’opportunità, in caso di rischio superiore alla popolazione generale, di una presa in carico con accesso gratuito agli esami raccomandati e ai possibili trattamenti.

Centri di Senologia - Contatti

Documentazione

Azioni sul documento
Pubblicato il 01/04/2019 — ultima modifica 30/07/2019

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali