Seguici su

Autocertificazione fascia di reddito per ticket

Autocertificazione del reddito familiare lordo fiscale:  un modulo per ogni persona

Il reddito familiare fiscale lordo

La legislazione nazionale vigente per la definizione del ticket considera il reddito del nucleo familiare fiscale lordo. Il nucleo familiare fiscale lordo  è composto dai coniugi (non separati e anche se non sono a carico) e dai familiari a carico. 

Sono familiari a carico le persone a carico ai fini Irpef, per le quali spettano detrazioni per carichi di famiglia (visto che il loro reddito annuo non supera € 2.840,51).  

Sono familiari a carico: il coniuge non legalmente ed effettivamente separato, i figli anche naturali e/o adottati, affidati o affiliati con reddito non superiore a € 2.840,51 senza limiti di età (elevato a € 4.000 fino ai 24 anni) anche se non conviventi e residenti all’estero.

Altri familiari conviventi che possono essere a carico: il coniuge legalmente ed effettivamente separato, i discendenti dei figli, i genitori e gli ascendenti prossimi, anche naturali, i genitori adottivi, i generi e le nuore, il suocero e la suocera, i fratelli e le sorelle.
Le persone, seppur conviventi, che dispongono di un proprio reddito annuo che supera € 2.840,51 costituiscono, con l’eccezione del coniuge, nuclei familiari autonomi.

Le fasce di reddito  

Le fasce di reddito familiare fiscale lordo annuo, in base alle quali sono modulati i ticket da pagare, sono le seguenti:

  • Quota Base: Codice QB da 0 fino a 100.000 €
  • Quota Massima: Codice QM oltre 100.000 €

L'autocertificazione

Dal 1° gennaio 2019 i codici di fascia di reddito vengono registrati sull'Anagrafe Regionale degli Assistiti attingendo automaticamente dalle informazioni dell'Agenzia delle Entrate. Pertanto, non occorre più presentare l'autocertificazione per il reddito se non nei casi in cui si vogliano richiedere delle modifiche a quanto presente in Anagrafe.

Si precisa che i dati delle dichiarazioni dei redditi disponibili in Anagrafe sono relativi a due anni precedenti (ad es. nel 2019 l'anno di riferimento è il 2017).

In caso di variazione del reddito familiare è possibile presentare l'autocertificazione (ad es. nel 2019 si può fare riferimento ai redditi del 2018).

In tutti i casi in cui  presso l’Agenzia delle entrate non siano disponibili dati relativi ai redditi del nucleo familiare, ad esempio per i casi di esonero alla presentazione della dichiarazione fiscale, in assenza di autocertificazioni da parte del cittadino, verrà valorizzata di default la fascia di reddito più alta (QM).

L'autocertificazione deve essere presentata da tutte le persone (ad esempio, le persone esenti per patologia sono tenute a pagare il ticket per prestazioni che non sono relative alla patologia per la quale è esente).

La presentazione dell’autocertificazione dei figli minori di coppie separate e di coppie di fatto (non coniugate) spetta al genitore che ha il figlio integralmente a carico o, nel caso in cui il figlio sia a carico di entrambi, al genitore individuato di comune accordo.

     

    Azioni sul documento

    pubblicato il 2012/05/16 13:45:00 GMT+2 ultima modifica 2020-01-28T16:35:29+02:00

    Valuta il sito

    Non hai trovato quello che cerchi ?