Salute mentale e dipendenze patologiche

Le Unità di strada

Nell’ambito degli interventi finalizzati al contrasto e alla prevenzione delle dipendenze patologiche, le Unità di strada svolgono funzioni di prossimità sul territorio, con riferimento a due principali aree di intervento: informazione, sensibilizzazione e riduzione dei rischi nei contesti del divertimento; interventi di riduzione del danno rivolti a persone con dipendenza patologica nel contesto di strada.

Le Unità di strada sono promosse da AUSL, Enti locali e Terzo Settore e fanno riferimento al sistema regionale delle funzioni di prossimità di cui alla delibera n. 1533/2006 “Approvazione prime linee di indirizzo regionali in tema di prevenzione e di contrasto del consumo/abuso di sostanze psicotrope”. Nel Piano sociale e sanitario 2008-2010 della Regione Emilia-Romagna, le funzioni di prossimità svolte dalle UDS sono riconosciute formalmente all’interno di una più vasta area di attività e di interventi rivolti alla popolazione giovane

Il Coordinamento regionale delle Unità di strada, costituito nel 2006, riunisce gli operatori referenti dei progetti attivi nella regione Emilia-Romagna nei contesti del divertimento, soprattutto notturno, e della riduzione del danno. Dal 2007 il Coordinamento regionale ha adottato uno strumento condiviso per la rilevazione delle attività che consente di uniformare il monitoraggio degli interventi effettuati, anche in contesti operativi molto differenti, permettendo una migliore definizione del panorama degli interventi e la comparazione delle attività svolte a livello locale.

Gli interventi di informazione, sensibilizzazione e riduzione dei rischi nei contesti del divertimento sono svolti in luoghi quali discoteche, club, locali estivi della costa, circoli giovanili, birrerie, feste della birra, eventi vari e si rivolgono soprattutto ad un pubblico giovanile a cui è lasciata la libera decisione di accedere alle postazioni degli operatori che propongono lo strumento dell’etilometro, distribuiscono materiale informativo (su sostanze, alcol, servizi, malattie sessualmente trasmesse–MST, profilattici e gadget vari), sono disponibili per approfondimenti e informazioni, intervengono in situazioni di criticità. Viene inoltre svolto un lavoro di sensibilizzazione nei confronti di gestori e organizzatori di eventi al fine di migliorare la salute e la tutela dei partecipanti.

La riduzione del danno è rivolta a persone tossicodipendenti nel contesto di strada e di piazza, con l’obiettivo di ridurre i rischi nell’utilizzo di sostanze con particolare attenzione alle overdose, di diminuire il contagio per le possibili patologie correlate all’uso iniettivo e sniffing, di operare un avvicinamento ai servizi o un sostegno e counseling in un contesto non ambulatoriale, di distribuire materiali di profilassi e informativi.

Le Unità di strada che partecipano al Coordinamento regionale

Maggiori informazioni sulle Unità di strada possono essere richieste alla responsabile del Coordinamento regionale, Franca Francia, email franca.francia@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 09/12/2016 — ultima modifica 06/02/2017

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali