Corso regionale di farmacovigilanza per operatori sanitari dell’ospedalità privata (Bologna, 8 novembre 2013)

Promuovere la cultura della farmacovigilanza per incrementare la qualità e il numero di segnalazioni di sospette reazioni avverse e di aumentare la consapevolezza nell’ambito della sicurezza farmacologica. Questo l'obiettivo del corso organizzato dalla Regione Emilia-Romagna (Servizio politica del farmaco) con il titolo "La Farmacovigilanza: coinvolgimento degli operatori delle strutture sanitarie private della Regione Emilia-Romagna".

Presentazione

Programma del corso

Interventi dei relatori

Presentazione del corso e del Centro regionale di farmacovigilanza
[Daniela Carati - coordinatrice del Centro regionale di farmacovigilanza, Regione Emilia-Romagna]

"Fondamenti di farmacovigilanza"
[Elisa Sangiorgi - Centro regionale di farmacovigilanza, Regione Emilia-Romagna]

"La rete nazionale e gli aspetti normativi"
[Andrea Marchi - Centro regionale di farmacovigilanza, Regione Emilia-Romagna]

"Le fonti di documentazione per la farmacovigilanza e le interazioni tra farmaci"
[Domenico Motola - Centro regionale di valutazione e informazione farmaci, Università degli Studi di Bologna]

"La scheda, la corretta compilazione, esempi di segnalazioni di ADR"
[Loredana Osbello - Centro regionale di farmacovigilanza, Regione Emilia-Romagna]

"Il ruolo del responsabile aziendale di farmacovigilanza"
[Mirna Magnani - responsabile aziendale di farmacovigilanza, Azienda Usl di Bologna]


 

 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 04/12/2013 — ultima modifica 04/12/2013
< archiviato sotto: >

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali