"Percorsi di innovazione nelle cure primarie" (Parma, 21-22 ottobre 2011)

Presentazione

Programma

Introduzione

Materiali

Abstract 1: "L'innovazione nella gestione della cronicità"

Abstract 2: "Information technology a sostegno dell’innovazione"

Abstract 3: "La valutazione della qualità assistenziale"

Abstract 4: "I luoghi e i modelli per l’accesso"

Abstract 5: "L’audit clinico/organizzativo: strumento per il miglioramento della qualità nell’assistenza territoriale"

Abstract 6: "L’innovazione di cui abbiamo bisogno"

Prima giornata - venerdì 21 ottobre

"Lo sviluppo dell'assistenza primaria nel Servizio sanitario nazionale"
[Elio Guzzanti, direttore scientifico Irccs Oasi Maria SS. di Troina - Enna]

"Le Case della salute nell'esperienza della Catalogna"
[Antoni Dedeu Baraldes, direttore Office for international affairs and healthcare cooperation, Ministero della salute, Catalogna - Spagna]


Sessione: "I luoghi e i modelli per l'accesso alle cure primarie"

"La programmazione delle Case della salute nella Regione Emilia-Romagna"
[Maria Chiara Tassinari, responsabile del  Progetto di modernizzazione NOA, Area vasta Emilia Centrale]

"L’integrazione ospedale-territorio come strumento di accesso alle cure e garanzia di continuità dell’assistenza"
[Giuseppina Frattini, direttore Distretto Valli Taro e Ceno - Azienda Usl di Parma]

"Le Case della salute in Toscana"
[Piero Salvadori, direttore UOC Organizzazione servizi sanitari territoriali - Azienda Usl 11 di Empoli]

"Ambulatorio H12 di Copparo: servizio integrato per la comunità"
[Franco Miola, medico di medicina generale, coordinatore Nucelo cure primarie - Azienda Usl di Ferrara]

"Modello di assistenza territoriale in cure palliative e di fine vita con sviluppo di competenze diffuse e supporto di esperti nelle Aziende sanitarie di Modena e Reggio Emilia"
[Maria Luisa De Luca, direttore Dipartimento cure primarie - Azienda Usl di Modena]

"Progetto di integrazione tra l’Azienda Usl e l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma per la intercettazione dei codici bianchi sul territorio e il miglioramento dell’accesso dei servizi di pronto soccorso"
[Giuseppina Ciotti, direttore Distretto di Parma - Azienda Usl di Parma]

"Integrazione ospedale-territorio: progetto sperimentale medici di medicina generale/ Dipartimento radiologia e diagnostica per immagini sull’appropriato utilizzo di tecnologia diagnostica complessa"
[Livia Ruffini, Direttore DAI Radiologia e diagnostica per immagini - Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma]


Sessione: "L'innovazione nella gestione della cronicità"

"Sviluppo degli ambulatori infermieristici territoriali nei Distretti di Modena e Castelfranco"
[Cecilia Pellicciari, Ufficio infermieristico, Distretto di Modena - Azienda Usl di Modena]

"Sviluppo del percorso del paziente oncologico e della rete locale di cure palliative secondo un modello di competenza diffuso"
[Annamaria Nasi, responsabile infermieristica Dipartimento cure primarie, Castelnovo ne’ Monti - Azienda Usl di Reggio Emilia]

"La continuità delle cure e il coordinamento tra territorio e ospedale"
[Tiziano Carradori, direttore generale Azienda Usl di Ravenna]

"Educazione terapeutica strutturata nel diabete tipo 2. L'esperienza dell'ambulatorio infermieristico del Team diabetologico del Polo sanitario di Colorno"
[Maria Cristina Cimicchi, direttore UOS Diabetologia ambulatoriale; Tiziana Risolo, Polo sanitario di Colorno - Azienda Usl di Parma]

"Medicina di iniziativa per il paziente cronico esperto"
[Giorgia Squeri, fisioterapista, Distretto di Fidenza - Azienda Usl di Parma]


Sessione: "L'innovazione di cui abbiamo bisogno"

"Assistenza domiciliare: quale futuro?"
[Giuliana Bulgarelli, dirigente professioni sanitarie - Azienda Usl di Modena]

"L’Assistente sociale: quale ruolo e quali responsabilità all’interno delle attività integrate delle cure territoriali"
[Germana Nuti, assistente sociale, responsabile area disabili adulti e coordinamento assistenti sociali delle attività socio-sanitarie - Azienda Usl di Cesena]

"C’è bisogno di nuovo: soggiorno di sollievo in età pediatrica e interventi a sostegno delle famiglie di ragazzi altamente disabili"
[Antonella Brunelli, direttore Distretto Rubicone - Azienda Usl di Cesena]

"Assistenza primaria nei penitenziari: il percorso assistenziale del paziente detenuto"
[Vincenzo De Donatis, medico penitenziario, Servizio salute mentale, dipendenze patologiche, salute nelle carceri - Regione Emilia-Romagna]

"Vent'anni di innovazione continua: il Centro per la salute delle donne straniere e dei loro bambini di Bologna"
[Maria Giovanna Caccialupi, responsabile Centro salute donne immigrate - Azienda Usl di Bologna]

"Dalla carta al bit. Analisi del rischio nelle fasi della sperimentazione del patient summary"
[Nicoletta Bonora, direttore UOC Savena Idice - Azienda Usl di Bologna]

Seconda giornata - sabato 22 ottobre 2011

"L'innovazione nelle cure primarie nel NHS"
[Rod Sheaff, professore, Health services research, School of social science and social work - University of Plymouth, UK]

"Politiche sanitarie in Italia"
[Francesco Taroni, professore associato, Dipartimento di medicina e sanità pubblica, Facoltà di medicina e chirurgia - Università di Bologna]


Sessione: "La valutazione della qualità assistenziale nelle cure primarie"

"Osservatorio delle Cure Primarie come strumento di valutazione della qualità dell’assistenza primaria"
[Francesco Longo, professore associato, Cergas - Università “L. Bocconi”, Milano]

"La valutazione dei nuovi modelli organizzativi della medicina generale: Progetto VALORE"
[Mariadonata Bellentani, dirigente Sezione organizzazione servizi sanitari - Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, Roma]

"Progetti assistenziali nella continuità di cura del paziente affetto da demenza nella rete dei servizi territoriali"
[Roberta Boiardi, geriatra, Centro disturbi cognitivi di Castelnovo ne' Monti e Nucleo speciale demenze di Villa Minozzo - Azienda Usl di Reggio Emilia]

"Appropriatezza prescrittiva e riduzione della variabilità intra/inter Nucleo cure primarie"
[Remo Piroli, medico di medicina generale, coordinatore Nucleo cure primarie “Fontanellato” - Azienda Usl di Parma]

"Assistenza domiciliare integrata: valutazione dell’intensità assistenziale"
[Giuliana Bulgarelli, dirigente professioni sanitarie - Azienda Usl di Modena]


Sessione: "L’audit clinico/organizzativo: strumento per il miglioramento della qualità nell’assistenza territoriale"

"I Profili dei Nuclei: Uno strumento per il governo clinico e per il  miglioramento della qualità nel territorio"
[Vittorio Maio, professore associato - Jefferson School of Population Health, Philadelphia, USA]

"L’Audit sulle modalità prescrittive delle principali classi di farmaci come strumento di governo clinico ed efficienza gestionale"
[Corrado Fini, direttore Dipartimento cure primarie - Azienda Usl di Forlì]

"Risultati di un percorso di audit sulla gestione del diabete  mellito da parte dei medici di famiglia"
[Maria Grazia Bonesi, medico di medicina generale, presidente MGform Scuola provinciale modenese di medicina generale, Azienda Usl di Modena]

"Percorso di formazione integrata per la costruzione delle Case della salute nell’Azienda Usl di Parma"
[Giuseppina Rossi, direttore struttura complessa Sviluppo e integrazione dei servizi sanitari territoriali - Azienda Usl di Parma]

"Un blog di servizio a Parma a supporto del governo clinico"
[Paolo Maria Rodelli, medico di medicina generale, coordinatore Nucleo di cure primarie “San Secondo” - Azienda Usl di Parma]

"Progetto qualità in medicina generale: si può migliorare solo quello che si misura se è stato registrato"
[Bruno Molinari, medico di medicina generale, in staff Dipartimento cure primarie Valli Taro e Ceno - Azienda Usl di Parma]


Sessione: "L’innovazione nella gestione della cronicità"

"La riappropriazione della gestione delle urgenze e delle malattie croniche da parte del territorio in Sicilia"
[Giuseppe Noto, direttore Servizi territoriali - Assessorato regionale alla salute, Regione Sicilia]

"Dall'infermiere di famiglia al Case Manager nelle cure primarie"
[Fabia Franchi, responsabile Servizio assistenziale tecnico e riabilitativo - Azienda Usl di Bologna]

"La Sanità d’iniziativa in Toscana: il progetto e i primi risultati"
[Lorenzo Roti, responsabile Servizi alla persona sul territorio - Assessorato diritto alla salute, Regione Toscana]

"Sperimentazione di un percorso clinico assistenziale integrato ospedale-territorio a favore di pazienti con scompenso cardiaco nell’Azienda Usl di Imola"
[Fabio Suzzi, medico di medicina generale, coordinatore Nucleo di cure primarie “Imola Centro Ovest”; Natascia Fattini, infermiera, Unità operativa cure primarie -  Azienda Usl di Imola]

"L’appropriatezza prescrittiva dei medici di famiglia nel paziente anziano: il progetto di miglioramento promosso dalla Azienda Usl di Parma"
[Stefano Del Canale, medico di medicina generale, coordinatore Nucleo di cure primarie “Traversetolo” - Azienda Usl di Parma]

"Centrale metropolitana post-acuzie di Bologna (CeMPA) – presente e prospettive"
[Mauria Rambaldi, coordinatore tecnico professionale infermieristico strutture per anziani - Azienda Usl di Bologna]

Azioni sul documento
Pubblicato il 24/11/2011 — ultima modifica 21/08/2012
< archiviato sotto: >

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali