L'attività di riabilitazione alla "Cittadella San Rocco"

Presentazione alla casa della salute degli ambulatori del Dipartimento di Neuroscienze e Riabilitazione da poco trasferiti
L'attività di riabilitazione alla "Cittadella San Rocco"

DA SX: Bacilieri, Benvenuti, Guerra, Lissia, Basaglia, Di Ruscio, Carradori, Sani, Vagnini, Marabini

Cona (Ferrara), 11 gennaio 2018 - Si è svolta questa mattina, presso la Casa della Salute “Cittadella San Rocco” di corso Giovecca 203 a Ferrara, la presentazione degli ambulatori del Settore di Medicina Riabilitativa del Dipartimento di Neuroscienze e Riabilitazione da poco trasferiti.

All’incontro erano presenti: Tiziano Carradori, Direttore Generale AOSP; Claudio Vagnini, Direttore Generale AUSL; Eugenio Di Ruscio, Direttore Sanitario AOSP; Mauro Marabini, Direttore Sanitario AUSL; Nino Basaglia, Direttore Dipartimento di Neuroscienze e Riabilitazione; Chiara Benvenuti, Direttore Distretto Centro Nord AUSL; Efisio Lissia, Responsabile Modulo Dip.le Attività ambulatoriale medicina riabilitativa per S. Rocco; Sandro Guerra, Direttore Dipartimento Cure Primarie AUSL; Flavia Sani, Responsabile Manutenzione Edile; Marilena Bacilieri, Area Riabilitazione Direzione delle Professioni; Giovanni Peresotti, Responsabile Servizio Comune Tecnico e Patrimonio.

L'attuale Struttura Organizzativa Semplice denominata "Modulo Dipartimentale Attività Ambulatoriali" (MDAA) del Settore di Medicina Riabilitativa del Dipartimento di Neuroscienze e Riabilitazione è stata oggetto di un’importante riorganizzazione, in funzione del trasferimento del Settore dall’Ospedale San Giorgio alla sede centrale di Cona, gestendo esclusivamente l'attività riabilitativa di primo livello dedicata all'utenza esterna.

La nuova struttura MDAA collocata all'interno della "Cittadella della Salute San Rocco" è dedicata all'attività ambulatoriale di base, o di primo livello. Il Servizio prende in carico le persone esterne che presentano menomazioni e/o limitazioni aiutandole a conquistare il massimo livello di indipendenza sul piano fisico, relazionale e sociale, favorendo la migliore interazione con l'ambiente e la miglior qualità di vita concessa dalla malattia, dal "funzionamento" acquisito e dalle risorse complessive disponibili.

Nello specifico sono prese in carico persone con:

•        esiti di traumi osteo-mio-articolari;

•        dolore e limitazione funzionale da osteoartrosi;

•        patologia infiammatoria articolare e/o miotendinea;

•        esiti di patologia ed interventi oncologici, in particolare donne sottoposte a mastectomia dopo una prima visita "collegiale" con il chirurgo e l'oncologo che viene effettuata a Cona;

•        esiti di chirurgia protesica articolare;

•        esiti di interventi chirurgici sul sistema osteo-mio-articolare;

•        patologia respiratoria, in particolare PBCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva);

•        disabilità cardio-circolatoria;

•        dolore cronico (back pain, neck pain, fibromialgie, articolazioni temporomandibolari, ecc);

•        con necessità di assistenza ortesica con prescrizione e collaudo di protesi, ortesi  ed ausili tecnologici di competenza.

 

La struttura della Cittadella San Rocco eroga principalmente le seguenti prestazioni:

•        Consulenza specialistica fisiatrica nei confronti dei medici di Medicina Generale, Pediatri di libera scelta, dell'INAIL e dei Servizi specialistici territoriali, mediante visite medico specialistiche fisiatriche:

o       prima visita di medicina fisica e riabilitazione;

o       visita a completamento della prima visita;

o       visita di medicina fisica e riabilitazione di controllo;

o        visita multidisciplinare, inclusa eventuale stesura di progetto riabilitativo individuale multidisciplinare.

•        Presa in carico riabilitativa di persone con menomazioni e disabilità transitorie e/o meno complesse che richiedano un breve programma riabilitativo. Tale attività si caratterizza mediante interventi di valutazione e di erogazione di trattamento da parte dei fisioterapisti e medici fisiatrici.

Il trattamento riabilitativo viene effettuato con interventi individuali (rapporto 1:1 tra Fisioterapista e Paziente) e/o in piccoli gruppi con un massimo di 6 pazienti. Quest'ultima attività viene prevalentemente erogata a pazienti con back e neck pain e bambini con scoliosi evolutive.

L'accesso alle prime visite fisiatriche viene realizzato mediante prenotazione a CUP come per gran parte delle visite di controllo. La programmazione del trattamento da parte del fisioterapista, compresa la chiamata del paziente, viene effettuata dal fisioterapista coordinatore.

Azioni sul documento
Pubblicato il 11/01/2018 — ultima modifica 11/01/2018

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali