Medicina generale, intesa tra Ausl di Ferrara e le organizzazioni sindacali

Positiva conclusione delle trattative per l’Accordo attuativo aziendale 2017 con Fimmg e Snami

Ferrara, 30.06.2017. La Direzione dell'Azienda USL di Ferrara e le Organizzazioni Sindacali di Medicina Generale FIMMG e SNAMI, comunicano la positiva conclusione delle trattative per l’Accordo Attuativo Aziendale 2017 - propedeutico ad un nuovo accordo triennale per il 2018/2020 - che è stato siglato oggi venerdì 30 giugno 2017 dal Direttore Generale dell’Azienda USL di Ferrara, dr. Claudio Vagnini e dal Segretario Provinciale della FIMMG dr. Claudio Casaroli e dal Presidente SNAMI dr. Roberto Tieghi  nella sede dell’Azienda Usl di via Cassoli 30 Ferrara.

L’intesa raggiunta rappresenta la ripresa di un nuovo ciclo di collaborazione con la Medicina Generale per la realizzazione di progetti finalizzati al consolidamento e allo sviluppo della “Rete Integrata” dei servizi territoriali e al loro governo: le Medicine di Gruppo, le Medicine in Rete Avanzate, gli Ambulatori di Nucleo, le Case della Salute, le strutture intermedie come gli Ospedali di Comunità e gli Hospice.

L’Azienda sanitaria territoriale è interessata allo sviluppo di modelli integrati in cui i medici di medicina generale, gli specialisti ambulatoriali e gli infermieri, sia aziendali che delle Medicine di Gruppo, collaborano alla programmazione  dell’attività per garantire la continuità assistenziale attraverso i Percorsi Diagnostici Terapeutico Assistenziali - PDTA- e la presa in carico proattiva dei pazienti cronici con il coinvolgimento dei servizi sociali. Con presa in carico proattiva si intende infatti la chiamata diretta dei pazienti cronici ad alta complessità da parte dei servizi territoriali.

Gli impegni di questo accordo, che partirà dal primo luglio 2017  e che coinvolgerà tutto il territorio della provincia sono:

  • mantenere e migliorare l’assistenza ai pazienti diabetici in gestione integrata con il servizio diabetologico e gli ambulatori infermieristici;
  • avviare la presa in carico dei pazienti con scompenso cardiaco e bronco pneumopatia cronico ostruttiva in collaborazione con gli specialisti di riferimento e con un ruolo attivo degli infermieri, sia delle Medicine di Gruppo che dell’Azienda USL;
  • promuovere le vaccinazioni e migliorare in particolar modo la copertura vaccinale antinfluenzale per i pazienti cronici e anziani;
  • migliorare la qualità dell’assistenza domiciliare potenziando il servizio integrato con gli Infermieri, con il Palliativista (professionista che si occupa della terapia del dolore, soprattutto per i pazienti terminali) ma anche  con gli altri professionisti coinvolti nel progetto assistenziale  come per es. gli  Specialisti, l’Assistente Sociale, e gli Operatori OSS.

Quello firmato oggi - ha sottolineato il direttore generale dell’Azienda USL di Ferrara, Claudio Vagnini – è un impegno sottoscritto con i Medici di Medicina Generale, cui seguiranno accordi anche con altre categorie di professionisti convenzionati come per esempio con i pediatri di famiglia e gli specialisti ambulatoriali, che rafforza il sistema territoriale e crea una garanzia di equità nei diversi ambiti distrettuali.

E’ infatti necessario – ha aggiunto Vagnini - garantire un’efficiente ed efficace presa in carico del paziente affetto da patologie ad elevato impegno assistenziale ma non in condizioni critiche, evitando il ricorso a strutture di maggior complessità sanitaria, come i Pronto Soccorso e i reparti ospedalieri, riducendo i disagi dei pazienti e delle loro famiglie e un uso improprio di risorse pubbliche

La conclusione della trattativa evidenzia la corresponsabilità dei professionisti e dell’ Azienda per migliorare la qualità dell’assistenza in un sistema che misura anche gli esiti delle azioni e dei progetti attivati  per il  benessere dei cittadini.

Nella foto da sinistra: Roberto Tieghi per SNAMI; Claudio Vagnini Direttore Generale Azienda USL di Ferrara; Claudio Casaroli per FIMMG

Azioni sul documento
Pubblicato il 30/06/2017 — ultima modifica 30/06/2017

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali