Gli ex fumatori raccontano il concorso "Scommetti che smetti"

In oltre 3mila hanno partecipato all'iniziativa diventata sempre più 'social'. Iscrizioni aperte all'edizione 2017
Gli ex fumatori raccontano il concorso "Scommetti che smetti"

Scommetti che smetti?

Sabrina fumava dall'età di 14 anni ed ha smesso un anno fa. Adesso sente di nuovo profumi e sapori, provando una grande sensazione di benessere. Alessandra, che ha deciso di smettere insieme al figlio, è contenta di non sentire più il senso di colpa che si prova ogni volta che si accende una sigaretta. Roberto non tocca più una sigaretta da oltre un anno e ce la sta mettendo tutta per non ricadere nel tranello. Sabrina, Alessandra e Roberto hanno partecipato con successo a "Scommetti che smetti?", il concorso a premi promosso dall'Azienda USL di Modena che negli ultimi dieci anni ha coinvolto oltre 3mila persone.

Anche quest'anno la sfida è aperta: ci si può iscrivere on line sul sito www.scommettichesmetti.it fino al 27 aprile. Oltre 30 i premi in palio, ma soprattutto la possibilità di fare un passo avanti verso uno stile di vita più sano. La richiesta, per partecipare, è solo una: abbandonare le sigarette per almeno un mese. Al termine del periodo di astensione saranno individuati i vincitori tramite estrazione tra tutti i partecipanti. I sorteggiati verranno prima sottoposti a un semplice test non invasivo per verificare che abbiano effettivamente smesso di fumare da almeno 30 giorni. Tra le novità l'utilizzo dei profili social dell'Azienda USL di Modena che sono diventati canali privilegiati per la promozione del concorso: a pochi giorni dall'apertura sono già 120 gli iscritti, metà dei quali ha conosciuto l'iniziativa su Facebook.

"Scommetti che smetti?" quest'anno è rivolto anche alle scuole con una sezione dedicata ai giovani e giovanissimi per sensibilizzarli sugli effetti che il fumo ha su chi non fuma. A insegnanti e alunni, infatti, viene proposto di lavorare su due temi: "Cosa direste a chi fuma perché capisca che, fumando, fa fumare anche gli altri?", "Cosa direste a chi fuma perché capisca che dietro la sua sigaretta ci sono interessi che danneggiano non solo il singolo, ma la comunità e l'ambiente?". Gli elaborati da produrre potranno essere: racconti/favole, disegni, materiale fotografico o audiovisivo e modelli di questionario con le domande che si vorrebbero rivolgere ai fumatori e alle multinazionali produttrici di sigarette. Una giuria formata da esperti dell'Azienda USL selezionerà le opere più meritevoli.

I Centri Antifumo

In provincia sono attivi i Centri Antifumo, che offrono informazioni, consulenze, trattamenti per la cessazione del consumo di tabacco. In particolare i centri organizzano corsi intensivi di gruppo per smettere di fumare, condotti da personale appositamente formato. Molta attenzione viene posta anche alla prevenzione delle ricadute per consolidare nel tempo i risultati raggiunti con il corso. L'accesso ai Centri Antifumo è libero, non è necessaria la richiesta del medico. Per info su sedi e orari: numero verde gratuito 800 033 033 e sito www.scommettichesmetti.it.

Chi sostiene l'iniziativa

Partner del concorso, quest'anno, sono l'Associazione "Gli Amici del cuore"; LILT (Lega Italiana Lotta ai Tumori); Federfarma Modena; Confindustria Modena; Emilia-Romagna Teatro Fondazione; AVIS (Associazione Volontari Italiani Sangue) Modena; Associazione "Per vincere Domani"; Atletica MDS Sassuolo - Panaria Group; Associazione "La nostra voce"; Circolo Polivalente Giliberti; Circolo Orti S. Agnese - S. Damaso; AIMAG; Azienda Worgas; Azienda Manitou; Federconsumatori Modena; SPI-CGIL (Sindacato Italiano Pensionati); UISP (Unione Italiana Sport per Tutti); Palestre che promuovono salute Sapiro, Body Activ, Area Fitness, Centro Sport, SkipintroFitness, Spazio Fitness, Benessere e Circolo Vita di Pavullo; Carpi FC; Consorzio Modena a Tavola; Consorzio Il Mercato; Conad Ipermercato e Centro commerciale La Rotonda; Gazzetta di Modena; Radio Stella; SMA; Baxter; CNH Industrial; Comune di Serramazzoni; Biblioteche comunali di Modena. Policlinico, Ordine dei Medici; IPASVI.

Azioni sul documento
Pubblicato il 21/04/2017 — ultima modifica 21/04/2017

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali