mercoledì 18.09.2019
caricamento meteo
Sections

Day Service oncologico ancora più accogliente grazie alle donazioni

La raccolta di ASEOP ha permesso di acquisire uno scalp cooler, nella sala d’attesa svelati i pannelli degli studenti

Un Day service oncologico rinnovato e ancora più accogliente grazie alla generosità del territorio del Frignano. Le recenti donazioni all’Ospedale di Pavullo sono state inaugurate questa mattina, alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni e dei professionisti sanitari: è stata l’occasione per il ringraziamento dell’Azienda USL di Modena a cittadini, associazioni, aziende ed esercizi commerciali che, tramite le raccolte fondi, hanno confermato la grande attenzione ai servizi sanitari del territorio. 

Tra le dotazioni recentemente acquisite, a ulteriore miglioramento della qualità dell’assistenza offerta, uno scalp cooler per contrastare la perdita dei capelli durante i trattamenti chemioterapici. A donarlo sono stati i volontari della sede di Pavullo di ASEOP (Associazione sostegno ematologia oncologia pediatrica), grazie a una raccolta fondi promossa sul territorio che ha permesso di acquisire anche un sistema di ossigenazione ad alti flussi per l’Unità Operativa di Medicina Interna collocato nell’area della terapia semi-intensiva.

Sempre questa mattina sono stati svelati i pannelli dipinti dagli studenti della scuola secondaria di primo grado Raimondo Montecuccoli di Pavullo, affissi nella sala d’attesa del Day Service oncologico e ispirati alle quattro stagioni: un bell’esempio di collaborazione tra istituzioni e un contributo all’umanizzazione degli ambienti dell’ospedale. Presenti all’iniziativa anche alcuni volontari e il presidente della sezione modenese di LILT (Lega Italiana Lotta ai Tumori), onlus che opera quotidianamente negli spazi del Day Service oncologico offrendo supporto umano e aiuto ai pazienti che effettuano le terapie.

La partecipazione delle cittadine e dei cittadini - dichiara Silvana Borsari, Direttrice sanitaria dell'Azienda USL di Modena -, delle associazioni di volontariato, delle istituzioni scolastiche e delle formazioni del tessuto sociale ed economico presenti sul territorio è un fattore determinante per aumentare la qualità dell’assistenza fornita. Grazie anche a questa preziosa collaborazione l’Azienda USL può offrire servizi sanitari sempre più attenti ai bisogni delle persone, in questo caso le donne, che affrontano percorsi terapeutici particolarmente impegnativi sia dal punto di vista fisico che relazionale e sociale. Rendere i percorsi terapeutici meno traumatici, riducendone gli effetti collaterali e supportando con un accompagnamento attento ai bisogni - non solo sanitari - delle persone che li affrontano è un obiettivo di tutta la Comunità e questa che oggi rappresentiamo è senz’altro una buona pratica da valorizzare e replicare. Per questo esprimo gratitudine a tutti coloro che hanno contribuito a migliorare il percorso assistenziale delle donne che affrontano patologie molto impattanti sulla loro qualità di vita familiare, relazionale, sociale e lavorativa e agli studenti che con il loro impegno e la loro creatività hanno reso ancora più accoglienti gli ambienti del Day Service oncologico”. 

Scalp cooler

Lo scalp cooler donato all’Ospedale di Pavullo è dotato di due cuffie per l’utilizzo simultaneo da parte di due pazienti. Finora a beneficiarne sono state 15 persone, con una percentuale di successo vicina al 70%. La tecnologia è presente in tutti gli ospedali Ausl della provincia di Modena: oltre a Pavullo, Carpi, Mirandola, Sassuolo e Vignola. Il dispositivo è indicato per pazienti che inizino un trattamento adiuvante o neoadiuvante per neoplasia mammaria o ovarica. Alla raccolta fondi promossa da ASEOP per acquisire scalp cooler e ossigenatore ad alti flussi hanno partecipato VIS Hydraulics, BPER Banca, Centro sociale ricreativo culturale Bonvicini, ferramenta Florini, TMP di Lama Mocogno e un ex paziente dell’Ospedale di Pavullo, residente nel bolognese, che ha voluto così ringraziare personale e struttura per l’assistenza ricevuta. Anche il Caffè Speranza ha partecipato, con il denaro raccolto in occasione dell’appuntamento “Aperitivo rosa”.

Azioni sul documento
Pubblicato il 07/09/2019 — ultima modifica 09/09/2019
< archiviato sotto: , >

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali