A Borgotaro nuova intesa con i sindacati per assunzioni e investimenti

Il Comitato di Distretto : "Collaborazione con le organizzazioni sindacali sulla programmazione sanitaria"

31/07/2019 - Si rafforza la collaborazione tra il Comitato del Distretto Valli Taro e Ceno e le organizzazioni sindacali del comparto e dirigenza sanitaria, con la sigla di un nuovo protocollo d’intesa e la valutazione congiunta degli incrementi di personale, già raggiunti e previsti, sia per l’ospedale di Borgotaro che per i servizi sanitari territoriali.

Il nuovo protocollo d’intesa ha avuto il via libera dei rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil di comparto e dirigenza del Presidente del Comitato di Distretto e Sindaco di Albareto, Davide Riccoboni, il quale ha espresso la piena condivisione del documento che verrà poi condiviso ulteriormente anche con tutti i Sindaci del Distretto. L’intesa prevede la creazione di un tavolo permanente tra Comitato di Distretto e sindacati per proseguire l’informazione e il confronto su temi quali la programmazione delle attività sanitarie, socio-sanitarie e sociali, la programmazione distrettuale del Fondo regionale per la non-autosufficienza e i progetti di sviluppo delle attività dell’ospedale Santa Maria di Borgotaro e delle attività sanitarie territoriali.

Durante i lavori del Comitato di Distretto, che si è riunito ieri a Borgotaro, è stata approfondita anche la situazione del personale di ospedale e servizi distrettuali, ambito in cui è stato riconosciuto che l’Azienda Usl ha avviato le assunzioni ospedaliere e territoriali previste, funzionali alla realizzazione dei progetti di sviluppo della sanità locale, pur segnalando le difficoltà, comuni a tutto il sistema sanitario anche nazionale, a reperire le professionalità mediche necessarie. Dopo aver esaminato la situazione occupazionale attuale, è stato approfondito nel dettaglio quanto si prevede nell’immediato futuro:

  • UO complessa di Anestesia: è stata confermata dalla Regione l’autorizzazione alla copertura del ruolo di direttore, con valenza inter-aziendale, è ed stato approvato il bando di concorso. In attesa della selezione, l’attività anestesiologica è assicurata dalla collaborazione con gli ospedali di Vaio-Fidenza e Maggiore a Parma.
  • UO di Medicina: è stata istituita l’Unità operativa complessa ed è corso la procedura del concorso di dirigente medico. Sono stati conclusi i concorsi per specialisti cardiologi, a seguito di cessazioni del personale, e di medici per la medicina interna, e sono in corso le procedure di assunzione.

 

Per quanto riguarda il personale dell’area comparto in ospedale, sono state effettuate tutte le assunzioni previste dai progetti di sviluppo. Sono stati quindi potenziati i progetti previsti: Punto di primo intervento, l’area ostetriche, fisioterapisti per la riabilitazione pneumologica, ecc). E’ stata assicurata la copertura del turn over ed è in corso l’assunzione di un tecnico di laboratorio.

Per le nuove cessazioni previste nei prossimi mesi è assicurato il turn over, che viene garantito anche per il personale tecnico del Dipartimento di sanità pubblica dove verranno potenziate le attività in ambito ambientale.

Inoltre è stato sottolineato come siano stati superati i contratti interinali in atto tramite assunzioni a tempo indeterminato e determinato. La riunione di ieri del Comitato di Distretto è stata anche occasione per fare il punto sui lavori al Punto di primo intervento ospedaliero.

Senza mai interrompere l’attività durante i lavori, il Punto di primo intervento è ultimato per quanto riguarda gli interventi agli spazi e agli allestimenti interni, e quindi tutti i nuovi locali sono funzionanti.

Sono in corso di sistemazione le aree esterne del Punto di primo intervento, con un ritardo purtroppo dovuto a motivazioni tecniche, e verranno terminate entro breve.

Sempre alla riunione di ieri del Comitato di Distretto, è stato confermato l’indirizzo per l’investimento di potenziamento del comparto operatorio con la realizzazione della Terapia intensiva post-operatoria (Tipo): durante la sua realizzazione non vi sarà alcuna interruzione delle attività chirurgiche. Sono in corso da parte dei professionisti chirurghi e ortopedici le ultime valutazioni tecniche per definire le migliori soluzioni. Finiti i lavori di ristrutturazione del comparto operatorio verranno effettuate le assunzioni anche per il personale della Terapia intensiva.

Azioni sul documento
Pubblicato il 31/07/2019 — ultima modifica 31/07/2019

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali