Cure integrate, riconoscimento internazionale ad Ausl e Forum Solidarietà

L’esperienza “Le Case della salute e i Punti di comunità della città di Parma” selezionata a livello europeo tra le migliori buone pratiche nazionali
Cure integrate, riconoscimento internazionale ad Ausl e Forum Solidarietà

cds Parma centro

13/09/2017 - Significativo riconoscimento per Ausl Parma e Forum Solidarietà nell’ambito di “Transnational Forum of integrated Community Care”, una ricerca transnazionale promossa dal “Network of European Foundations” (NEF) per individuare a livello europeo buone pratiche nel campo delle cure integrate, che vedono la Comunità, con le sue risorse, non solo come destinataria degli interventi ma anche come facilitatore-attore dei processi.

L’esperienza, presentata attraverso il documento congiunto Ausl-Forum Solidarietà “Le case della salute e i Punti di Comunità della città di Parma”, ha partecipato alla selezione coordinata per l’Italia dalla Associazione “La Bottega del Possibile”. Tra le 30 buone pratiche individuate a livello nazionale, il progetto di Parma è stato scelto tra gli 8 trasmessi al Network of European Foundations” (NEF ).

Il progetto cerca di esaminare come i partenariati co-produttivi che potenzino le persone nelle comunità locali possono essere sviluppate attraverso collaborazioni intersettoriali. Lo scopo principale del forum è quello di innescare l'interesse e ispirare politici e professionisti a promuovere la cura integrata della comunità. L'obiettivo finale è quello di mobilitare i cambiamenti a livello di politica e pratica. Per raggiungere il suo obiettivo, TransForm coinvolgerà i responsabili politici, i praticanti e gli stakeholder chiave nella generazione di conoscenze e nella condivisione di casi di studio che informeranno e speriamo di portare a un cambiamento nell'agenda politica della sanità nazionale. Il progetto produrrà una mappatura di pratiche promettenti e una serie di conferenze e visite in Europa e oltre.

Le sinergie e le potenzialità tra attori pubblici e privati, la contiguità e complementarietà di esperienza come quelle in corso di sviluppo nel tessuto urbano cittadino tra Case della Salute e Punti di Comunità, le collaborazioni “incrociate” e le “contaminazioni” tra soggetti con diverse nature istituzionali (Ausl, Comune, Asp) e il mondo dell’Associazionismo e del Volontariato sono gli elementi che più hanno influito sulla positiva valutazione dell’esperienza tutt’ora in fase di sviluppo nel capoluogo.

Dall’ulteriore fase di confronto e selezione a livello europeo potranno a breve scaturire ulteriori, importanti occasioni di approfondimento, scambio e confronto.

Azioni sul documento
Pubblicato il 13/09/2017 — ultima modifica 13/09/2017

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali