Felino (Pr): scatta la profilassi per un caso di malattia invasiva da meningococco

L’uomo lavora al pub “Fox and the Goose”, le sue condizioni di salute sono stabili. L’Ausl invita chi ha frequentato il locale dal 24 al 29 dicembre a presentarsi al Servizio Igiene e Sanità Pubblica
Felino (Pr): scatta la profilassi per un caso di malattia invasiva da meningococco

Sanità pubblica

Parma, 03/01/2019 - Un uomo di Felino è risultato positivo al meningococco. Lavora al pub “Fox and the Goose” di Felino, attualmente ricoverato a Parma in Azienda Ospedaliero-Universitaria, le sue condizioni di salute sono stabili.

L’Azienda USL, dopo la segnalazione dei medici del Maggiore, ha da subito messo in atto la procedura prevista in casi come questo: informare i contatti del paziente e iniziare, in caso di necessità, la profilassi antibiotica.

Considerata la professione svolta dall’uomo, l’Azienda USL invita coloro che hanno frequentato il pub nei giorni dal 24 al 29 dicembre scorso a recarsi negli ambulatori del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica di Parma, in via Vasari o di Langhirano, alla Casa della Salute di via Roma, edificio C terzo piano, venerdì 4 gennaio dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17 e sabato 5 gennaio, dalle 9 alle 12 solo negli ambulatori di Parma. I sanitari potranno così valutare l’opportunità di iniziare la profilassi antibiotica e fornire ogni utile informazione. Perché la terapia sia efficace è importante intervenire tempestivamente: per questo l’invito a presentarsi nei prossimi due giorni.

I sanitari dell’AUSL hanno già provveduto a prescrivere la terapia ai contatti più stretti, quindi ai familiari e conviventi dell’uomo.
Al momento si ritiene che queste azioni siano sufficienti per la tutela della salute pubblica.

Si parla di malattia invasiva da meningococco quando nell’organismo è presente il batterio del meningococco che può provocare una serie di infezioni quali ad esempio meningiti, otiti, polmoniti, ecc. Il batterio si trasmette da persona a persona per via respiratoria, attraverso le goccioline di saliva e le secrezioni nasali, che possono essere disperse con la tosse, con gli starnuti o mentre si parla. Affinché il contagio avvenga è, comunque, necessario essere a contatto stretto e prolungato con la persona infetta o trovarsi in ambienti molto affollati.

Azioni sul documento
Pubblicato il 03/01/2019 — ultima modifica 09/01/2019

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali