Malattie rare: nuovi Centri di prevenzione, diagnosi e cura a Rimini

Riconoscimento per altre 49 patologie nell'ambito dell'Aggiornamento della Rete dei Centri

RIMINI - Nell’ambito dell’Aggiornamento della Rete dei Centri per l’osservazione, la prevenzione, la diagnosi e la cura delle malattie rare, l’Azienda USL di Rimini è stata individuata come centro per ulteriori 49 malattie rare. La Regione Emilia Romagna ha infatti riconosciuto, con propria determina, che le strutture e i servizi aziendali hanno raggiunto, per tali patologie, un alto livello di expertise e un’alta specializzazione clinica, garantendo ai pazienti un percorso assistenziale organizzato e continuativo sia per quanto riguarda la fase diagnostica che per quanto attiene al follow up. 

Le unità operative che sono state ricomprese nell’allargamento della rete sono le seguenti:

  • Gastroenterologia per malattia di Whipple, sindrome di Gardner, poliposi familiare, acalasia, gastrite ipertrofica gigante, gastroenterite eosinofila, sindrome da pseudostruzione intestinale, malattia da inclusione dei microvilli, linfangectasia intestinale.

  • Pediatria per pubertà precoce idiopatica, porpora di Enoch Schonlein ricorrente, sindrome di Kawasaki, connettivite mista, sindrome di Klinefelter.

  • Chirurgia pediatrica per atresia esofagea e-o fistola tracheoesofagea, atresia del digiuno, atresia o stenosi duodenale, ano imperforato, malattia di Hirschsprung, atresia biliare, gastroschisi.

  • Medicina Interna I per crioglobulinemia mista, angioedema ereditario, malattia di Behcet, porpora di Enoch Schonlein ricorrente, poliangioite microscopica, poliartrite nodosa, sindrome di Churg – Strauss, granulomatosi di Wegener, arterrite a cellule giganti, malattia di Takayasu, complesso porpora trombotica trombocitopenia – sindrome emolitica uremica, microangiopatia trombotica, dermatomiosite, polimiosite, connettivite mista, fascite eosinofila, policondrite, connettivite indifferenziata.

  • Medicina Interna II per sindrome di Klinefelter (malattia del fegato policistico.

  • Nefrologia e dialisi per sindrome di Bartter, malattia di Fabry, sindrome di Lesch – Nyahn, sindrome di Alport.

  • Ematologia per emoglobinuria parossistica notturna.

  • Oculistica per cheratocono.

  • Dermatologia per sindrome del nevo displastico.

 

L’allargamento della rete dei centri per le malattie rare rappresenta un importante miglioramento per i pazienti del territorio della provincia di Rimini, che avranno un centro di riferimento più prossimo per curarsi. Con le 49 patologie riconosciute sono complessivamente 62 le malattie rare per le quali Rimini è centro di riferimento.

 

Erano già riconosciuti i seguenti Centri:

  • Cardiologia per sindrome di Marfan.

  • Dermatologia per pemfigo, pemfigoide, Lichen sclerosus et atrophicus.

  • Neurologia per sclerosi laterale amiotrofica.

  • Pediatria per anemie ereditarie, sferocitosi ereditarie, fauvismo, talassemia, anemia a cellule falciforme, anemia di Blackfan – Diamond, anemia di Falconi, sindrome uremico emolitica.

Per i pazienti è attivo un numero telefonico di riferimeno: 0541 707360.

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 16/05/2011 — ultima modifica 16/05/2011

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali