I valori e l'innovazione per la qualità del sistema sociale e sanitario: il 29 novembre convegno a Bologna

“Valori e innovazione per il miglioramento della qualità e della sostenibilità del sistema sociale e sanitario regionale” è il titolo della giornata organizzata dalla Regione Emilia-Romagna nell’Aula Magna di Santa Lucia. Intervengono il presidente della Regione, Vasco Errani, e gli assessori regionali Carlo Lusenti (Politiche per la salute) e Teresa Marzocchi (Politiche sociali). Iscrizione on line. In vista del convegno, Lusenti ha presentato i dati del Servizio sanitario regionale e fatto il punto su obiettivi, progetti e linee strategiche.

Bologna, 26 novembre 2013 - La sfida del cambiamento e dell’innovazione, per migliorare la qualità dell’assistenza e la sostenibilità di politiche sanitarie e sociali. Una prospettiva di trasformazione che nasce dalla consapevolezza della forza del sistema, grazie ai risultati ottenuti, e dei miglioramenti ancora raggiungibili puntando a nuovi traguardi.

Questo il tema del convegno che la Regione Emilia-Romagna organizza per venerdì 29 novembre a Bologna (dalle 9.30, Aula Magna di Santa Lucia, via Castiglione 36), con gli interventi, tra gli altri, del presidente Vasco Errani e degli assessori alle politiche per la salute, Carlo Lusenti, e politiche sociali, Teresa Marzocchi.

Il titolo del convegno è "Valori e innovazione per il miglioramento della qualità e della sostenibilità del sistema sociale e sanitario regionale".

Un percorso di trasformazione, d’innovazione organizzativa e professionale - quello atteso dal sistema sanitario e sociale regionale - che coinvolge non solo le Aziende sanitarie e gli operatori dei servizi ma tutti i rappresentanti istituzionali, delle autonomie locali, delle forze sociali e dei cittadini.
Ed e proprio a tutti loro che si rivolge il convegno, a pochi mesi dall’approvazione delle indicazioni attuative 2013-2014 del 1° Piano sociale e sanitario regionale, quale occasione di approfondimento dei processi d’innovazione indispensabili nei prossimi anni e della loro necessaria condivisione.

Per iscriversi, compilare l’apposito modulo on line

Il programma del convegno

Segreteria organizzativa

Agenzia sanitaria e sociale regionale dell'Emilia-Romagna
Viale Aldo Moro 21, 40127 Bologna
tel. 051 527 7182 - 7405 -7191
eventisanita@regione.emilia-romagna.it

Le cifre del Servizio sanitario regionale

L'assessore Carlo Lusenti, con una conferenza stampa il 27 novembre 2013, ha presentato il convegno proponendo i dati del Servizio sanitario regionale.

“Chiudiamo anche il 2013 in equilibrio e senza aver ridotto l’offerta di servizi. Un risultato non scontato nell’anno più difficile, con tagli che hanno toccato i 260 milioni di euro”. L’assessore regionale alle Politiche per la salute Carlo Lusenti sintetizza così la situazione della sanità in Emilia-Romagna nel corso della conferenza stampa che si è tenuta questo pomeriggio in Regione per fare il punto su obiettivi, progetti e linee strategiche del Servizio sanitario regionale, cui hanno partecipato anche il sottosegretario alla Presidenza della Giunta Alfredo Bertelli e il direttore generale alla Sanità e Politiche sociali Tiziano Carradori.

“Il sistema regionale ha dimostrato di reggere nelle situazioni peggiori – ha detto l’assessore – ma non è tutto. Abbiamo una chiara visione di sviluppo, innovazione e crescita su cui avvieremo, come sempre, un confronto con tutti i soggetti, per concretizzare i progetti e continuare a dare le risposte ai bisogni dei cittadini”. Tre i punti centrali su cui si concentrerà la Regione: una rete ospedaliera sempre più adeguata ai cambiamenti; un sistema di cure primarie organizzato ed efficiente; una forte rete logistica di supporto trasversale che affianchi e rafforzi il sistema dei servizi sanitari.

Per quanto riguarda le cifre relative alla spesa sanitaria pro-capite lorda, nel periodo 2001-2011 questa ha registrato un tasso medio di crescita del 3,1% inferiore all’aumento della media nazionale che è stata del 3,3%. In crescita, invece, il dato delle persone assistite a domicilio in Emilia-Romagna che nel 2012 sono state oltre 97 mila e sono quasi raddoppiate rispetto al 2011. Al centro del percorso di ridefinizione dei servizi territoriali ci sono poi le Case della salute: 55 quelle già attive a novembre di quest’anno. Infine sul tema innovazione organizzativa, da segnalare i 38 milioni di risparmi nel 2012 (rispetto ai prezzi medi precedentemente pagati) grazie agli acquisti fatti tramite le convenzioni di Intercent-Er, il dimezzamento dei tempi di pagamento dei fornitori della sanità nel 2013 e la recente apertura del magazzino farmaceutico centralizzato dell’Area vasta Emilia Nord.

“Il nostro sistema non teme confronti”, ha concluso Lusenti. “Perché è molto governato, controllato, condiviso, verificato e perché è fatto da 60 mila persone che lo fanno funzionare ad alti livelli di performance, garantendo ai cittadini questi alti livelli di esigibilità”.

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 26/11/2013 — ultima modifica 03/12/2013

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali