Casa della salute di Rubiera (Re), il presidente Bonaccini inaugura i nuovi spazi:

"Si rafforza l 'assistenza sempre più a portata di cittadino"

Più di 600 metri quadri totalmente ristrutturati, per 10 nuovi ambulatori, realizzati grazie a un investimento del Comune. Già 11 le Case della salute attive nel territorio dell'Azienda Ausl di Reggio Emilia, più altre 3 in fase di realizzazione e 4 di programmazione: 109 in tutta l'Emilia-Romagna

Bologna - Cresce di un piano la Casa della salute di Rubiera, e si arricchisce di dieci nuovi ambulatori medici e infermieristici. Alla struttura già attiva da anni al pianterreno di via De Gasperi - con il Cup, il punto prelievi, la guardia medica, le sedi di Croce Rossa e Avis, la neuropsichiatria infantile, gli ambulatori per gli specialisti - si aggiunge ora il primo piano: più di 600 metri quadri completamente ristrutturati, a servizio dei cittadini. E sono 109 le Case della salute presenti in tutta l’Emilia-Romagna, da Piacenza a Rimini, di cui 11 attive nel territorio dell’Ausl di Reggio Emilia, più altre 3 in fase di realizzazione e 4 di programmazione.

Oggi l’inaugurazione ufficiale dei nuovi spazi con il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, Emanuele Cavallaro, sindaco di Rubiera, Giorgio Zanni, presidente della Provincia di Reggio Emilia, Fausto Nicolini e Maurizio Rosi, rispettivamente direttore generale dell’Ausl Irccs di Reggio Emilia e del Distretto Sanitario di Scandiano.

“Si rafforza ancora di più quello che è già un punto di riferimento importante per la comunità di Rubiera- ha sottolineato il presidente Bonaccini-. Un luogo dove vengono garantite quotidianamente l’accoglienza, la prevenzione, la continuità assistenziale, la gestione delle patologie croniche. Con un obiettivo preciso: fornire servizi di qualità alle persone, per un’assistenza sempre più a portata di cittadino. Queste sono le nostre Case della salute: realtà fondamentali per potenziare la sanità e il welfare dell’Emilia-Romagna, ovunque, in città come in montagna. Realtà- chiude il presidente della Regione- rese possibili grazie a investimenti importanti, alla preziosa collaborazione con il territorio e alla professionalità di chi ci lavora quotidianamente”.

Cinque ambulatori per i medici di medicina generale, un ambulatorio infermieristico (che assicura sia le prestazioni routinarie che la presa in carico delle cronicità), tre ambulatori per i pediatri di libera scelta, uno infermieristico pediatrico, la sala riunioni e i servizi. Questi i nuovi spazi della Casa della salute, la cui storia inizia nel 2007: in quell’anno, l’Azienda Usl di Reggio Emilia acquista il piano terra di un immobile di proprietà del Comune, dove attiva il Cup, il punto prelievi, alcuni ambulatori, le sedi della Croce Rossa e dell’Avis. Una decina d’anni dopo, il Comune di Rubiera avvia una serie di lavori, completando un’area al grezzo di sua proprietà al primo piano della stessa struttura e realizzando i nuovi spazi destinati agli ambulatori, inaugurati oggi. Grazie a un investimento complessivo, da parte del Comune, di 600mila euro. Il primo piano sarà gestito con un comodato gratuito dall’Azienda Usl, che a sua volta stipulerà le concessioni dei locali con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta.

Le Case della salute in Emilia-Romagna

Da Piacenza a Rimini sono 109 erappresentano la struttura per l’integrazione e il coordinamento di tutti i servizi e professionisti dell’assistenza territoriale (sanitaria e sociale), garantendo al cittadino prossimità ed equità di accesso ai servizi, accoglienza e presa in carico, continuità dell’assistenza. Nella quasi totalità delle Case della salute vengono realizzate attività in collaborazione con le associazioni di volontariato, che spesso hanno sede nella Casa stessa.

 Le Case della salute dell’Azienda Usl di Reggio Emilia

Sono 11 leCase della salute attive nel territorio dell’Azienda Ausl di Reggio Emilia: Rubiera, Reggio Ovest, Reggio Nord, Puianello, Spallanzani, Spreafico Montecchio, Sant’Ilario, Fabbrico, Sartoretti Reggiolo, Brescello e Novellara. 3 sono in fase di realizzazione: Castellarano e Casalgrande entro il 2019, e Castelnovo Sotto. In corso di programmazione altre 4 Case: Busana, Carpineti, Toano e Villa Minozzo. Al termine del programma di sviluppo, in ogni distretto saranno a disposizione della popolazione da 2 a 4 Case della salute.

Azioni sul documento
Pubblicato il 25/03/2019 — ultima modifica 25/03/2019

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali