Ticket, Errani: "Lavoriamo per definire criteri di valutazione del reddito più giusti ed equi"

"Su questa decisione che abbiamo assunto fin dall'inizio e che porteremo avanti con determinazione", precisa in una dichiarazione il presidente della Regione Emilia-Romagna, intervenendo sul tema dei nuovi ticket sanitari, "ci confronteremo nel merito con tutti i soggetti interessati".

Bologna, 30 agosto 2011 - Il presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, è intervenuto sul tema dei nuovi ticket sanitari, ribadendo che "la Regione ha fatto, negli spazi consentiti dalla legge, una scelta finalizzata ad una maggiore equità".

Errani ha precisato: "Stiamo lavorando per definire, partendo dall'Isee e facendo adesso le modifiche necessarie, i criteri di valutazione del reddito più giusti ed equi per i cittadini e le famiglie".

Di seguito, il comunicato dell'Agenzia informazione e ufficio stampa della Giunta.


"Bologna - In relazione alla vicenda dei ticket in sanità, il presidente della Regione Emilia-Romagna ha rilasciato la seguente dichiarazione:

"Come già annunciato l'assessore Lusenti oggi si è avviata la valutazione, da parte dei ministeri competenti, della rimodulazione fatta dall'Emilia-Romagna dei ticket, così come previsto dalle norme. Ribadisco che, visti la scelta e i tempi obbligati imposti dal Governo  di introdurre il ticket, la Regione ha fatto, negli spazi consentiti dalla legge, una scelta finalizzata ad una maggiore equità rispetto alla decisione sbagliata del Governo di imporre un ticket di 10 euro a tutti i cittadini.

Ribadisco poi che, così come abbiamo condiviso con le forze sociali e il tavolo dell'imprenditoria ( il 23 agosto scorso), stiamo lavorando per definire, partendo dall'Isee e facendo adesso le modifiche necessarie, i criteri di valutazione del reddito più giusti ed equi per i cittadini e le famiglie. Su questa decisione, che abbiamo assunto fin dall'inizio e che porteremo avanti con determinazione, ci confronteremo nel merito con tutti i soggetti interessati. E da questo punto di vista non ho nessuna difficoltà a un confronto anche con l'UDC".

Azioni sul documento
Pubblicato il 30/08/2011 — ultima modifica 30/08/2011
< archiviato sotto: , , >

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali