Donare sangue

Rete regionale sangue dell'Emilia-Romagna

13-14 aprile 2015 Convegno: "L'accreditamento istituzionale del sistema trasfusionale. Un'esperienza che unisce l'Italia"

Creare una rete trasfusionale efficiente e omogenea su tutto il territorio nazionale con l'obiettivo così di tutelare in modo uniforme il cittadino e il donatore in termini di qualità e sicurezza, partendo dai requisiti specifici in materia di raccolta, conservazione, lavorazione e distribuzione del sangue e dei suoi prodotti. Questo il tema al centro delle due giornate di convegno organizzato a Bologna da Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con Regione Toscana e Centro nazionale sangue

"L'accreditamento istituzionale del sistema trasfusionale. Un'esperienza che unisce l'Italia" (Bologna, 13-14 aprile 2015) - Il programma delle due giornate 

Gli interventi e le relazioni nelle due giornate


Lunedì 13 aprile 2015 - ore 9.00-18.30

Il percorso di accreditamento istituzionale: le basi concettuali, gli interlocutori, le finalità di garanzia per il Sistema sanitario e per il cittadino
Pierluigi La Porta - Agenzia sanitaria e sociale regionale dell’Emilia-Romagna

Un bilancio preliminare dell’esperienza in Italia e il contesto europeo
Simonetta Pupella - Centro nazionale sangue (CNS)

La programmazione regionale, l’adeguamento della rete sanitaria e trasfusionale, la verifica delle realizzazioni nelle strutture pubbliche e private
Kyriakoula Petropulacos - Direzione generale sanità e politiche sociali, Regione Emilia-Romagna

Le politiche di investimento nell’ambito della pianificazione regionale e del processo di accreditamento della rete trasfusionale
Roberto Gusinu - Pianificazione e organizzazione degli investimenti in sanità, Regione Toscana

La disciplina della Medicina trasfusionale nel percorso di accreditamento
Pierluigi Berti - Società italiana di medicina trasfusionale e immunoematologia (SIMTI)

L’introduzione del concetto di “convalida” in Medicina trasfusionale: l’esperienza del progetto interregionale coordinato dalla Regione Friuli Venezia Giulia
Ivana Menichini - Centro nazionale sangue (CNS)

ll punto di vista delle Associazioni e Federazioni dei donatori
Vincenzo Saturni - AVIS nazionale

L’esperienza di una Unità di raccolta associativa
Florio Ghinelli - AVIS provinciale Ferrara

Il percorso di riorganizzazione delle attività produttive secondo le linee guida del CNS del 2012
Davide Rossi - Centro regionale coordinamento e compensazione (CRCC), Regione Lombardia

Il ruolo del CRS
Valentina Molese - Centro regionale sangue (CRS), Regione Toscana

L’esperienza dei valutatori
Giovanni Andrea Contini - valutatore Regione Emilia-Romagna

L'esperienza dei valutatori
Franco Bambi - valutatore Regione Toscana

Le principali criticità emerse dal Forum dei valutatori
Giorgina Vaselli - Centro nazionale sangue (CNS)


Martedì 14 aprile 2015 - ore 9.00-13.00

Tavola rotonda. Il confronto dei modelli e delle esperienze regionali di accreditamento.
Esperienze delle Regioni:

Introduzione

Regione Emilia-Romagna intervento di Antonella Bonci

Regione Lombardia intervento di Aida Andreassi

Regione Piemonte intervento di Rosa Chianese

Regione Puglia intervento di Michele Scelsi

Regione Sicilia intervento di Attilio Mele

Regione Toscana intervento di Marco Menchini

Regione Veneto intervento di Antonio Breda

L’accreditamento istituzionale del sistema trasfusionale un’esperienza che unisce l’Italia
Maria Rita Tamburrini - Direzione generale della Prevenzione sanitaria, Ministero della salute

Gli sviluppi futuri. Riflessione critica e ipotesi evolutive
Giuliano Grazzini - Centro nazionale sangue (CNS)

Azioni sul documento
Pubblicato il 24/04/2015 — ultima modifica 29/03/2018

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali