Amianto

Per eventuali segnalazioni, per informazioni o per qualsiasi problema che riguardi la presenza di amianto è possibile rivolgersi ai Dipartimenti di sanità pubblica delle Aziende Usl, che si avvalgono dell'Arpae (l'Agenzia prevenzione e ambiente dell'Emilia-Romagna) per le eventuali valutazioni tecniche.

Accertamenti per presenza di amianto

Rimozione o risanamento da amianto, riutilizzo del sito

Valutazione del piano di rimozione amianto


Il “Piano regionale di protezione dall’amianto” (delibera di Giunta 497/1996) ha previsto una serie di azioni per acquisire informazioni sulla presenza di amianto negli edifici pubblici e privati e negli stabilimenti produttivi dell'intero territorio dell'Emilia-Romagna. La raccolta di queste informazioni è indispensabile per programmare correttamente le attività di controllo e sorveglianza da parte delle Aziende Usl e per definire le priorità degli interventi di rimozione dell’amianto o di messa in sicurezza.

Sono state inoltre emanate specifiche indicazioni, da un gruppo di lavoro regionale, "per la valutazione dello stato di conservazione delle coperture in cemento-amianto e per la valutazione del rischio”, uno strumento a disposizione in particolare dei proprietari di immobili sulle procedure da adottare per valutare lo stato di conservazione delle coperture costituite da lastre in cemento-amianto.

La presenza di materiali contenenti amianto in un edificio non comporta di per sé un pericolo per la salute degli occupanti. Se il materiale è in buone condizioni e non viene manomesso, è estremamente improbabile che esista un pericolo apprezzabile di rilascio di fibre di amianto.

Mappatura degli edifici con presenza di amianto

La Regione Emilia-Romagna ha realizzato la mappatura dei luoghi con amianto. Tale mappatura comprende, in particolare, edifici pubblici e privati aperti al pubblico.

L'elenco dei siti oggetto di intervento (programma di manutenzione e controllo; rimozione; incapsulamento; confinamento) è consultabile, costantemente aggiornato:

Nel sito web di Arpae, la sezione dedicata contiene informazioni e approfondimenti su questo tema, con indicazioni su cosa fare e a chi rivolgersi in presenza di amianto.

Registro regionale mesolteliomi

Presso il Dipartimento di sanità pubblica dell'Azienda Usl di Reggio Emilia è stato istituito il Registro regionale mesoteliomi, che raccoglie ed elabora dati su questo tipo di tumori in Emilia-Romagna:


L'amianto friabile e l'amianto compatto

L'amianto o asbesto in greco, è un minerale naturale a struttura fibrosa, resistente al fuoco e al calore, facilmente filabile, dotato di proprietà fonoassorbenti e termoisolanti. E’ stato considerato per molti anni un materiale estremamente versatile a basso costo, con estese e svariate applicazioni industriali ed edilizie.

La pericolosità dell’amianto è dovuta alla sua capacità di rilasciare fibre estremamente fini che possono essere inalate  dall’uomo. Le fibre possono essere libere o debolmente legate, per cui si parla di amianto friabile, oppure possono essere fortemente legate in una matrice stabile e compatta (come il cemento-amianto o il vinil-amianto) e in questo caso si parla di amianto compatto.

L’amianto friabile che si può ridurre in poIvere con la semplice azione manuale è considerato più pericoloso dell’amianto compatto che per sua natura ha una scarsa capacità di rilascio di fibre.

Azioni sul documento
Pubblicato il 21/07/2016 — ultima modifica 21/07/2016
< archiviato sotto: >

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali