Prevenzione e diagnosi precoce dei tumori: i programmi di screening

Un mezzo importante per prevenire i tumori è costituito dai programmi di screening: programmi di controllo rivolti a particolari gruppi di persone, in fasce di età specifiche o esposte a particolari rischi.

Sono tre i programmi di screening attivi in Emilia-Romagna: screening dei tumori del collo dell'utero e della mammella (screening dei tumori femminili), screening dei tumori del colon-retto.

Test, approfondimenti diagnostici, eventuali cure sono gratuiti.

Screening dei tumori del collo dell’utero e della mammella

Il programma di screening dei tumori del collo dell'utero è rivolto alle donne dai 25 ai 64 anni (oltre 1.200.000 in totale). In Emilia-Romagna a partire dal 2015-2016 l’Hpv test diventa il test per le donne tra i 30 e i 64 anni (e viene proposto ogni 5 anni), mentre il Pap-test resta per le donne tra i 25 e i 29 anni (ogni 3 anni). La ricerca scientifica ha dimostrato infatti che il test Hpv per le donne tra i 30 e i 64 anni è più efficace del Pap-test nell’identificare precocemente le lesioni a rischio che possono diventare tumore. Per le donne più giovani, invece, il Pap-test resta più efficace perché l’infezione (da Hpv o papilloma virus) in giovane età è molto alta ma scompare spontaneamente nell’80% dei casi, pertanto il test Hpv comporta nella fascia di età 25-29 anni un elevato rischio di esami e trattamenti inutili.
Il passaggio dal Pap-test al test Hpv sarà graduale, iniziando con la fascia di età 50-64 anni.

Il programma di screening dei tumori della mammella è rivolto alle donne dai 45 ai 74 anni (oltre 840.000 in totale). Le donne dai 45 ai 49 anni sono invitate, con una lettera a domicilio dell'Azienda Usl, ad eseguire la mammografia ogni anno, le donne dai 50 ai 74 anni sono invitate ad eseguire la mammografia ogni due anni.

Il percorso è tutto gratuito: test ed eventuali approfondimenti diagnostici o terapeutici, compreso il monitoraggio nel tempo (follow up).


Per sapere dove andare:

Hpv e Pap-test di screening

Mammografia di screening

 

Screening dei tumori del colon-retto

Il programma è rivolto a donne e uomini dai 50 ai 69 anni (oltre 1 milione). Le interessate e gli interessati sono invitati, con una lettera a domicilio dell'Azienda Usl, ad eseguire un test per la ricerca del sangue occulto nelle feci, ogni due anni.  In caso di positività al test, è proposta la colonscopia. Possibili ulteriori accertamento nel caso di colonscopia positiva. Tutto il percorso, fino al monitoraggio nel tempo (follow up) è gratuito. 

Il programma prevede poi, sempre gratuitamente, la proposta di una colonscopia o di un test per la ricerca di sangue occulto nelle feci anche ai familiari di primo grado di persone a cui sia stato riscontrato un tumore maligno intestinale. Per informazioni rivolgersi al proprio medico di famiglia.

Per sapere dove andare:

Ricerca sangue occulto nelle feci

 

 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 09/03/2016 — ultima modifica 04/04/2016
< archiviato sotto: , , >

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali