Vaccinazione contro la pertosse rivolta alle donne in gravidanza

La pertosse acquisita nei primi mesi di vita del bambino è molto pericolosa perché il neonato può avere apnee gravi fino alla morte.

L’unico modo per proteggere il bambino nei primi mesi di vita (in attesa che faccia le prime due dosi vaccinali) è vaccinare la mamma che produrrà gli anticorpi specifici e li passa al bambino attraverso la placenta. La pertosse viene somministrata insieme a difterite-tetano. Anche questa vaccinazione è sicura e ben tollerata.

Per sottoporsi alla vaccinazione rivolgersi all’Ambulatorio vaccinale del Servizio igiene pubblica della propria Azienda Usl e/o alla Pediatria di Comunità.

Per saperne di più rivolgersi al proprio medico, al Consultorio familiare, al numero verde gratuito del Servizio sanitario regionale 800033033.

Di seguito alcune informazioni sulla nuova vaccinazione.

Pertosse, domande e risposte sulla vaccinazione offerta alle donne in gravidanza:

     

L'opuscolo informativo

Azioni sul documento
Pubblicato il 18/10/2018 — ultima modifica 18/10/2018

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali