Seguici su

FAQ: Test sierologico su privati cittadini

DGR n. 475/2020

I privati cittadini possono sottoporsi allo screening sierologico?

Con la DGR 475/2020 è stata estesa anche ai privati cittadini la possibilità di effettuare il test sierologico presso un laboratorio privato autorizzato.

Occorre la prescrizione in carta libera da parte del medico di fiducia che ne valuterà l’appropriatezza; tale prescrizione deve essere messa nella disponibilità del cittadino preferibilmente con modalità telematiche e comunque senza prevedere l’accesso diretto allo studio medico.

 

Cosa prevede il percorso di screening per il privato cittadino?

La persona potrà recarsi in uno dei laboratori autorizzati dalla Regione Emilia-Romagna per l’esecuzione del test sierologico di tipo capillare (test rapido) o su prelievo venoso (test standard).

Se il soggetto risulta positivo (IgG, IgM o entrambi) e non ha in precedenza mai ricevuto diagnosi di positività a COVID-19 riscontrata con tampone la persona dovrà essere indirizzata dal Direttore sanitario del laboratorio verso l’esecuzione di un tampone e dovrà porsi subito in isolamento fiduciario a domicilio in attesa dell’esecuzione dello stesso.

Si precisa che il test sierologico è svolto su base volontaria e se si risulta positivi a IgG, IgM o entrambi la persona che si deve mettere in isolamento in attesa del tampone non potrà essere posta in malattia dal suo medico di medicina generale né usufruire di un’assenza dal lavoro giustificata con l’apposito Codice INAIL previsto per i soggetti che vengono messi in quarantena dall’autorità sanitaria.

Il costo del test sierologico, rapido o standard, è a carico del cittadino; il costo del tampone è a carico del soggetto se questi sceglie di affidarsi a un laboratorio privato, mentre la prestazione non sarà onerosa se sceglie di essere preso in carico dal SSR.

 

Esiste un costo di riferimento per singola prestazione?

Al fine di orientare i cittadini e i datori di lavoro nella scelta del laboratorio privato a cui rivolgersi per eseguire il test sierologico, e per evitare eventuali comportamenti speculativi, è stato individuato un costo di riferimento per singola prestazione – ovvero un valore monetario medio in condizioni di efficienza normale – pari a € 25 per test rapido, € 25 per test standard IgG e € 25 per test standard IgM.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/05/19 17:23:00 GMT+2 ultima modifica 2020-05-28T18:38:26+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?