Seguici su

Coronavirus. Nuove restrizioni in Emilia-Romagna: chiusi i mercati sette giorni su sette e, dopo le 18, anche pizzerie al taglio e piadinerie

Stop nei fine settimana, insieme a bar e ristoranti Il presidente Bonaccini: "Diamo maggiore coerenza e completezza ai provvedimenti del Governo"

Nuova ordinanza, misure in vigore già da domattina. Nei mercati, esclusi i banchi alimentari se fanno rispettare la distanza minima fra le persone

Bologna, 10 marzo 2020 – “Per dare maggiore coerenza e completezza ai provvedimenti assunti dal Governo, considero necessario sospendere dalle ore 18 alle ore 6 non solo bar e ristoranti, ma anche pizzerie al taglio, piadinerie, tigellerie, kebab, gelaterie, ecc. Considero anche necessario che queste attività, insieme a bar e ristoranti, siano sospese nei week end, per evitare le scene di assembramento cui abbiamo assistito il fine settimana scorso. Sarà sempre possibile la consegna a domicilio di queste bevande e alimenti, ma non l'asporto”.

E’ quanto afferma il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, che prosegue: “Inoltre, ritengo necessario chiudere i mercati tutti i giorni della settimana e non solo nei week end, con l'esclusione dei banchi alimentari laddove assicurino la distanza minima tra le persone. Si tratta di restrizioni coerenti con quelle già in vigore e che fanno maggior chiarezza per operatori, cittadini e Comuni”.

“Per queste ragioni- conclude Bonaccini- sto per assumere un'ordinanza in tal senso, a valere già dalla mattina di domani”.



Azioni sul documento

pubblicato il 2020/03/10 18:15:00 GMT+2 ultima modifica 2020-03-10T18:12:37+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?