Seguici su

Gli Osservatori

Gli Osservatori aziendali sulle dipendenze patologiche sono stati attivati all’inizio degli anni ‘90, quando la Regione si è assunta il ruolo di coordinare e sostenere i nuclei aziendali che si occupavano della raccolta dati. La messa a punto della cartella clinica informatizzata è stato il primo prodotto del confronto e dell’impegno dei sociologi dei SerT e dei referenti regionali per la costruzione di un sistema informativo dei servizi per le tossicodipendenze nella nostra regione. Nel 1995 il Progetto regionale tossicodipendenze (delibera  722/1995 ) raccomanda l’istituzione in ogni Azienda USL di un Osservatorio sulle tossicodipendenze, collocato all’interno del SerT e coordinato da un sociologo.


Nel corso degli anni le competenze degli Osservatori aziendali si sono ampliate approfondendo, da un lato, gli aspetti della ricerca epidemiologica e della ricerca psico-sociale, e dall’altro, la partecipazione al coordinamento dei servizi nei rispettivi ambiti territoriali (Staff Direzione Dipartimento dipendenze e AUSL, Coordinamenti tecnici territoriali lotta alla droga). In ambito regionale gli Osservatori sono stati coinvolti direttamente nell’attività sperimentale degli strumenti di valutazione di esito (delibera 1905/1997 ) e nella definizione di un profilo di qualità dei servizi.

Con l'applicazione del programma regionale dipendenze (delibere 698/2008 e 999/2011) l'obiettivo strategico degli Osservatori diventa quello di estendere e potenziare le funzioni informative, rispondendo ai bisogni espressi da servizi sanitari sociali e sanitari, Enti locali, uffici dei Piani di zona distrettuali, strutture del privato sociale accreditate.

Gli ambiti di intervento degli osservatori sono i seguenti:

- Ricerca. Le attività si orientano al monitoraggio e alla ricerca sociale ed epidemiologia in quanto strumenti indispensabili nel lavoro sulle dipendenze. L'attività di ricerca deve rientrare nella programmazione dei servizi ed avere obiettivi precisi, definiti e concordati a livello locale. Per le ricerche a valenza regionale, gli obiettivi di ricerca devono essere concordati con la Regione.


- Sistema informativo sulle dipendenze. Miglioramento continuo del sistema informativo, finalizzato a rispondere ai debiti informativi regionali, ministeriali e europei, nonché a creare un sistema regionale condiviso di raccolta e gestione delle informazioni sui pazienti in trattamento presso i servizi pubblici e privati

-Valutazione. Sviluppo del sistema di valutazione, raccolta ed elaborazione dei dati finalizzati alla verifica degli interventi e alla valutazione dei risultati dell´attività dei servizi pubblici e privati (interventi terapeutici e azioni progettuali), attraverso l’adozione di tecniche e strumenti di verifica e valutazione

Maggiori informazioni sull’attività degli osservatori possono chieste al coordinatore regionale Alessio Saponaro email: alessio.saponaro@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/07/06 12:15:00 GMT+2 ultima modifica 2019-12-06T13:41:49+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?