Seguici su

Processi ed esiti dell’assistenza per i pazienti con sindrome coronarica acuta

Percorsi diagnostico-terapeutici - pagina non aggiornata dell'ex Area Governo clinico

La Regione Emilia-Romagna ha individuato nei modelli complementari delle reti integrate e delle aree di attività a valenza sovraziendale (Hub & Spoke) i presupposti dell’organizzazione dei servizi (Piano Sanitario Regionale 1999-2001) e ha esplicitato le linee generali di sviluppo di modelli di rete sovraziendali per alcune discipline, come la cardiologia (DGR 1267/2002). Recentemente, sulla base delle esperienze maturate, il Piano Sanitario e Sociale Regionale 2008-2010 ha riconfermato l’organizzazione dei servizi secondo il modello Hub&Spoke. 

Tale assetto organizzativo è stato assunto dal Progetto “PRIMA RER 2003” - “Ridefinizione dei percorsi di tempestivo accesso ai servizi, diagnosi e cura per i pazienti con infarto miocardico acuto”- che ha definito le linee di indirizzo per l’implementazione della Rete per l’IMA STEMI in regione Emilia-Romagna. 

La realizzazione di questo processo è risultata differenziata nei tempi, con alcune reti operative già dal 2003 ed altre negli anni successivi, fino al completamento della rete regionale nel 2008. Oggi, la fase di sperimentazione del modello di rete per l’IMA STEMI si può dire definitivamente completata e, in considerazione dei cambiamenti epidemiologici e tecnologici sopravvenuti, è apparso necessario ridefinire il quadro complessivo d’intervento: è pertanto in corso la revisione  delle indicazioni contenute nel Progetto del 2003, non solo per accogliere nuove evidenze scientifiche e relative raccomandazioni presenti nelle Linee Guida, ma per ridefinire obiettivi specifici e finalità della rete ed estendere l’interesse ad ambiti non precedentemente sviluppati, quali le sindromi coronariche acute non STEMI (SCA NSTEMI) e l’arresto cardiorespiratorio extraospedaliero.

E' in corso di elaborazione il documento di riorganizzazione della rete cardiologica e cardiochirurgica "PRIMA RER 2013" che prevederà una serie di raccomandazioni clinico-organizzative e relativi standard di riferimento, che andranno monitorati nel tempo mediante l'analisi delle banche dati amministrative correnti e dei database clinici. 

 

REFERENTE Paolo Guastaroba - email pguastaroba@regione.emilia-romagna.it 

 

Pubblicazioni

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/02/15 15:50:00 GMT+2 ultima modifica 2019-10-16T16:43:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?