Seguici su

Trasferimento farmacie soprannumerarie

La L. 475/1968 (art. 2, comma 2 bis) prevede la possibilità per i farmacisti titolari di farmacie non sussidiate, soprannumerarie per decremento della popolazione, ubicate in comuni della regione con popolazione inferiore a 6.600 abitanti, di essere autorizzati al trasferimento in una sede farmaceutica disponibile per il privato esercizio in altro comune della regione. 

La Giunta regionale ha individuato i criteri e le modalità per consentire il trasferimento con delibera n. 1693 del 14/10/2019.

La procedura di trasferimento si attua negli anni dispari, al termine del procedimento di revisione biennale delle piante organiche delle farmacie, qualora risultino disponibili per il privato esercizio sedi farmaceutiche che non siano da assegnare mediante il concorso straordinario regionale.

Si evidenzia che il trasferimento è consentito, seguendo l’ordine di graduatoria, ai soli titolari il cui trasferimento renda il numero delle farmacie aperte rimanenti nel comune:
- almeno pari a uno nei comuni con popolazione fino a 4.950 abitanti e
- almeno pari a due nei comuni con popolazione superiore a 4.950 abitanti e fino a 6.599 abitanti.
Ciò in applicazione del criterio che consente il trasferimento di un numero massimo di farmacie per comune pari a quello delle farmacie che risultano in eccedenza rispetto al numero di farmacie necessario per assicurare il soddisfacimento del fabbisogno di assistenza farmaceutica territoriale in base al criterio demografico di cui all’art. 1, commi 2 e 3 della L 475/1968 (al punto 8 ‘TRASFERIMENTO DEL TITOLARE’ dell’allegato A della DGR 1693/2019 è presente un errore nella esplicitazione del criterio: i numeri corretti sono quelli indicati qui sopra).

Procedura di trasferimento 2019 

A partire da lunedì 18 novembre 2019 ed entro mercoledì 18 dicembre 2019, gli interessati possono presentare domanda di trasferimento, seguendo le indicazioni contenute nell’ avviso (pdf, 316.99 KB), che si raccomanda di leggere attentamente, e utilizzando esclusivamente la seguente modulistica:

Possono presentare domanda di trasferimento esclusivamente i farmacisti titolari di farmacia non sussidiata ubicata nei  comuni (pdf, 95.65 KB) ricompresi nell’elenco approvato con determinazione n. 8730 del 20/05/2019 del Responsabile del Servizio assistenza territoriale.

La farmacia deve risultare non sussidiata alla data di presentazione della domanda di trasferimento. Pertanto, il farmacista titolare di farmacia sussidiata interessato al trasferimento può rinunciare all’indennità di residenza e, solo dopo tale rinuncia, presentare istanza di trasferimento.

Le sedi disponibili per il trasferimento sono indicate nell’avviso.

Approvazione e utilizzo della graduatoria

La Regione cura l'istruttoria delle domande di trasferimento pervenute, approva la graduatoria dei titolari di farmacia interessati al trasferimento e scorre la graduatoria assegnando la sede farmaceutica disponibile per il trasferimento al titolare che l’ha accettata.

Il farmacista assegnatario deve aprire la farmacia entro il termine perentorio di 180 giorni.

La graduatoria cessa la propria validità quando siano state accettate tutte le sedi disponibili per il trasferimento oppure quando, pur in presenza di sedi non accettate, sia terminato lo scorrimento della stessa.

Per informazioni

Servizio Assistenza territoriale della Regione Emilia-Romagna: concorsofarmacie@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/05/20 23:00:00 GMT+1 ultima modifica 2019-12-12T15:10:22+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?