Seguici su

Sale operatorie sicure (SOS.net)

sale operatorie.jpg

Il progetto

In seguito alla produzione da parte dell’Organizzazione mondiale della sanità nel 2008 delle "Guidelines for safe surgery" (Linee guida per la sicurezza in chirurgia), la Regione Emilia-Romagna ha elaborato e diffuso le Raccomandazioni regionali per la sicurezza in sala operatoria e ha promosso l’utilizzo di un'apposita checklist (SSCL: Surgical Safety Checklist).

Lo sviluppo della checklist (letteralmente "lista di cosa da fare e verificare") è stato avviato nel 2010 nell’ambito del progetto regionale Rete delle sale operatorie sicure (SOS.net), che incentiva l’uso della checklist nella pratica chirurgica per migliorare la sicurezza in sala operatoria e prevenire eventi avversi potenzialmente evitabili.

La checklist regionale, composta da due moduli, include un insieme di controlli da effettuare nel corso dell’intervento chirurgico e rileva eventuali non conformità alle buone pratiche. Il progetto SOS.net prevede anche l’invio dei dati in Regione da parte delle Aziende sanitarie. Le informazioni raccolte sono utili per promuovere azioni di miglioramento.

Raccomandazioni regionali per la sicurezza in sala operatoria (pdf278.59 KB)

Nel corso del 2019 sono state modificati i due moduli relativi alla check list e sono state aggiornate le relative linee guida per la compilazione della Surgical Safety Checklist:

checklist e documentazione d'interesse

Buone pratiche clinico-organizzative per il Taglio Cesareo - Linee di indirizzo

Il documento prevede indicazioni di buona pratica clinica che riguardano: il percorso pre-operatorio, la prevenzione dell'emorragia post-parto in corso di taglio cesareo e nel decorso postoperatorio, la prevenzione del tromboembolismo, la gestione delle vie aeree e della funzione respiratoria, la prevenzione delle infezioni del sito chirurgico e la sepsi; una appropriata assistenza al neonato (gennaio 2019).

Buone pratiche clinico-organizzative per il TC (1.18 MB)

Checklist e documentazione d'interesse

Progetto OssERvare

La Safety Surgery CheckList (SSCL) è uno strumento di supporto alle équipe operatorie per effettuare controlli di sicurezza e ha anche la finalità di favorire in modo sistematico l’aderenza agli standard di qualità e sicurezza raccomandati. In Emilia-Romagna si è ritenuto opportuno verificare l’effettiva adesione delle équipe chirurgiche a una corretta applicazione della checklist in sala operatoria attraverso un progetto denominato “OssERvare”, con l’obiettivo di:

  • migliorare l’applicazione della SSCL;
  • favorire l’uso corretto della SSCL;
  • promuovere la comunicazione e la sinergia tra i membri delle equipe chirurgiche;
  • aumentare la cultura della sicurezza in sala operatoria.

Il metodo per la verifica è quello dell’osservazione diretta. L’osservatore, attraverso l’uso della apposita scheda di rilevazione, procede all’osservazione guidata dei comportamenti in sala operatoria, registrando eventuali incongruenze rispetto alle corrette modalità di utilizzo della SSCL.

L’osservazione, effettuata inizialmente su scheda cartacea, è stata successivamente digitalizzata attraverso l’utilizzo dell’ App “OssERvare”. OssERvare è un applicativo di raccolta ed analisi dei dati ad accesso riservato ad utenti autorizzati dalla Regione, disponibile sia in versione app per dispositivi mobili (scaricabile dagli store “Google Play” per Android e “App Store” per iOS) che da portale web regionale.

Approfondimenti

Progetto OssERvare (pdf1.92 MB)

Gruppo di lavoro regionale, "L’osservazione diretta dell’applicazione della Safety Surgery Check List (SSCL) in sala operatoria - Strumenti per il miglioramento dell’uso della checklist in sala operatoria. Manuale per gli osservatori" (pdf136.19 KB), novembre 2016

Scheda OssERvare SSCL (pdf205.37 KB)

Scheda OssERvare SSCL-TC (pdf206.1 KB)


    Check list per l'intervento di cataratta

      Dopo l’introduzione della checklist di sala operatoria (SSCL), è emersa la necessità di definire checklist specifiche per alcune tipologie di intervento chirurgico, per le quali si è ritenuta difficilmente applicabile quella generale. Con la collaborazione di alcune Aziende sanitarie, è stata sviluppata una checklist per l’intervento di cataratta. È stata inoltre realizzata una scheda sintetica relativa alle buone pratiche correlate all’intervento, oggetto di verifica da parte della checklist.

      SSCL cataratta ambulatoriale, modulo 776/a: checklist oculistica (pdf432.79 KB)

      SSCL cataratta: scheda di verifica delle buone pratiche (pdf54.34 KB)

      Linee di indirizzo per la gestione delle vie aeree nell'adulto

      In un sistema di governo clinico finalizzato al miglioramento della qualità, la gestione delle vie aeree in anestesia rappresenta una priorità. L’inadeguata gestione delle vie aeree, inclusa la mancata identificazione dei rischi, rappresenta infatti un importante fattore che contribuisce alla morbilità e mortalità evitabile associata all’anestesia.

      La Regione Emilia Romagna ha quindi pubblicato “Le linee di indirizzo per la gestione delle vie aeree nell’adulto” per fornire un supporto alla Aziende nella definizione delle Procedure Aziendali relative a questa tematica e per indicare in maniera univoca, con specifiche flow-chart, i comportamenti da tenere nelle diverse situazioni (vie aeree difficili previste e impreviste).

      Linee di indirizzo (pdf1.11 MB)

      Flow Chart 1 - Gestione via aerea difficile imprevista (pdf1.19 MB)

      Flow Chart 2 - Gestione via aerea difficile prevista (pdf757.5 KB)

      Linee di indirizzo per la profilassi del tromboembolismo venoso nel paziente chirurgico adulto

      La malattia tromboembolica venosa o tromboembolismo venoso (TEV) è una delle patologie più comuni del sistema circolatorio; nei paesi occidentali si calcola sia la terza malattia cardiovascolare più frequente dopo la cardiopatia ischemica e l’ictus.

      La Regione Emilia-Romagna, nell’ambito delle attività del “Coordinamento della rete delle sale operatorie sicure - SOSnet”, ha prodotto il documento “Linee di indirizzo per la profilassi del tromboembolismo venoso nel paziente chirurgico adulto”.

      • Attraverso l’adozione e implementazione dei contenuti del documento nelle organizzazioni sanitarie regionali ci si propone di:
      • fornire ai professionisti strumenti di valutazione del rischio tromboembolico individuale, coerenti con i principi della medicina basata sulle prove di efficacia;  
      • rendere uniforme ed esplicito il processo di stratificazione del rischio di tromboembolismo venoso ed emorragico nel singolo paziente;
      • razionalizzare e standardizzare i protocolli di profilassi tromboembolica;  
      • permettere una sicura tracciabilità del processo decisionale riguardo alla profilassi del TEV.

      Linee di indirizzo (pdf1.42 MB)

      Indicazioni per la sicurezza in elettrochirurgia in sala operatoria

      La garanzia della sicurezza in chirurgia rappresenta uno degli obiettivi principali dei programmi regionali relativi alla gestione del rischio sanitario. In questo contesto, un ambito di interesse è stato quello relativo all’elettrochirurgia; nonostante negli ultimi anni siano state sviluppate tecnologie per garantirne sempre maggiore sicurezza, l’elettrochirurgia rappresenta infatti una potenziale fonte di rischio per il paziente. Si è rilevata pertanto la necessità di produrre, sulla base delle evidenze descritte in letteratura, alcune indicazioni sulla tematica.
      Il documento, prodotto da un gruppo di professionisti individuati nell’ambito del Coordinamento della Rete delle sale operatorie sicure (SOSnet) della Regione Emilia-Romagna e condiviso con l’intero gruppo di lavoro SOSnet, fornisce indicazioni in tema di modalità operative dell’utilizzo dell’elettrochirurgia e dei relativi comportamenti degli operatori nei setting di sala operatoria, con l’obiettivo di minimizzare i rischi per i pazienti e per gli operatori stessi.

      Indicazioni (pdf4.95 MB)

      Poster (formato A3) (pdf670.43 KB)

      Indicazioni per il corretto posizionamento dell'assistito in sala operatoria 

      Dopo le “Indicazioni per la sicurezza in elettrochirurgia in sala operatoria”, continua la realizzazione dei “taccuini” sulla sicurezza, con particolare riferimento all’ambito chirurgico.

      Le “Indicazioni per il corretto posizionamento dell’assistito in sala operatoria”, contengono consigli pratici finalizzati a prevenire e/o ridurre il rischio di cadute e di insorgenza di lesioni correlate alla posizione assunta dall’assistito, in funzione della tipologia di intervento chirurgico.

      Anche questo documento è stato prodotto da un gruppo di professionisti individuati nell’ambito del Coordinamento della Rete delle sale operatorie sicure (SOSnet) della Regione Emilia-Romagna e condiviso con l’intero gruppo di lavoro SOSnet.

      Indicazioni (pdf1.24 MB)

      Prevenzione delle infezioni del sito chirurgico

      Le infezioni del sito chirurgico si verificano nel 2% circa degli interventi chirurgici e una quota rilevante di queste, stimabile fino al 55%, risulta prevenibile. L’Agenzia sanitaria e sociale regionale ha pubblicato un documento di riferimento che ha, tra gli altri, l’obiettivo di fornire al personale sanitario, ai responsabili del controllo del rischio infettivo delle Aziende sanitarie e alle Direzioni aziendali un quadro sintetico ma completo delle misure ad oggi considerate irrinunciabili per la prevenzione delle infezioni del sito chirurgico:

      Dossier n. 261/2017: "Prevenzione delle infezioni del sito chirurgico"

      Nel sito dell'Agenzia Sanitaria e Sociale Regionale la sezione "Infezioni del Sito Chirurgico" presenta informazioni sul rischio infettivo e sul Sistema di sorveglianza regionale delle infezioni del sito chirurgico (SIChER).


          Archivio 

          Azioni sul documento

          pubblicato il 2018/03/02 01:00:00 GMT+2 ultima modifica 2022-04-05T13:15:14+02:00

          Valuta il sito

          Non hai trovato quello che cerchi ?