Seguici su

Registro regionale dei traumi gravi

Trauma link

LogoChe cos'è il registro/obiettivi 

Il Registro regionale dei traumi gravi è un flusso informativo nel quale confluiscono dati sui pazienti traumatizzati, sui percorsi assistenziali attivati e sugli esiti delle cure.

La valutazione della qualità dell´assistenza è uno degli obiettivi primari del Sistema sanitario regionale (Ssr). L´istituzione dei registri è essenziale per la rilevazione e il controllo degli esiti delle funzioni sanitarie organizzate secondo il modello delle reti integrate.
Raccogliere, organizzare e condividere le informazioni serve a monitorare e a valutare il funzionamento del sistema regionale integrato di assistenza ai traumi. Una delle potenzialità del registro è la possibilità, attraverso il link con la banca dati delle schede di dimissione ospedaliera, di ricostruire l´intero percorso di cura del paziente, anche se frammentato in più centri. La disponibilità del database consente inoltre di mettere gli operatori in condizione di imparare dall'esperienza propria e di confrontarsi con quella degli altri centri (benchmarking). Il registro è uno strumento che produce conoscenze utili a un puntuale governo della rete e a orientare l'investimento nell´innovazione, nonché potenziamenti, tecnologici e organizzativi.

 

Un po' di storia

Il Registro regionale dei traumi gravi, preceduto da iniziative spontanee, talora ben strutturate, dei singoli centri, è stato istituito nell´ottobre 2006. I rappresentati delle sedi regionali di Trauma Center (Bologna, Parma e Cesena) hanno collaborato per costruire un dataset (tracciato record) omogeneo e comune definendo un data dictionary per standardizzare la raccolta delle informazioni (per approfondire).

 

Quali pazienti rientrano nel registro e che informazioni si ottengono 

Nel database vengono arruolati tutti i pazienti con almeno una delle seguenti caratteristiche:

  • Injury Severity Score > 15;
  • ricovero in terapia intensiva;
  • decesso in pronto soccorso.

L´elaborazione dei dati permette di valutare:

  • caratteristiche demografiche e cliniche dei pazienti con trauma grave;
  • tempestività ed efficacia degli interventi;
  • esiti clinici dei pazienti;
  • qualità del registro (completezza di compilazione, validità dei dati sulla base del dizionario delle variabili elaborato).

 

Chi partecipa al registro 

- Per il SIAT Emilia occidentale
   Azienda ospedaliero-universitaria di Parma
   Azienda Usl di Piacenza
   Azienda ospedaliera di Reggio Emilia - Arcispedale S. Maria Nuova 

- Per il SIAT Emilia orientale
   Azienda Usl di Bologna - Ospedale Maggiore
   Azienda ospedaliero-universitaria di Ferrara - Arcispedale S. Anna
   Azienda Usl di Modena - Nuovo Ospedale civile S. Agostino-Estense di Modena 

- Per il SIAT Romagna
   Azienda Usl di Cesena - Ospedale Maurizio Bufalini
   Azienda Usl di Forlì - Ospedale G.B. Morgagni - L. Pierantoni, Forlì
   Azienda Usl di Ravenna - Ospedale civile S. Maria delle Croci, Ravenna
   Azienda Usl di Ravenna - Ospedale civile di Lugo
   Azienda Usl di Ravenna - Ospedale per gli infermi di Faenza
   Azienda Usl di Rimini - Ospedale Infermi, Rimini
   Azienda Usl di Rimini - Ospedale Ceccarini, Riccione.

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/10/31 09:30:00 GMT+2 ultima modifica 2019-10-16T16:43:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?