Seguici su

Esenzioni dal pagamento del ticket

esenzioni ticket.jpg

Come viene riconosciuta l’esenzione 

L’esenzione per reddito è riconosciuta sulla base delle informazioni reddituali inviate dall’Agenzia delle Entrate ed è registrata d’ufficio sulla Anagrafe sanitaria.  

Il cittadino riceve una notifica dell'esenzione attraverso il Fascicolo Sanitario Elettronico e non deve più presentare domanda tramite autocertificazione.

L'Agenzia delle Entrate aggiorna le informazioni ogni anno, per questo motivo l’esenzione ha validità annuale: dal 1° aprile al 31 marzo dell’anno successivo.

Alla scadenza l'esenzione viene rinnovata d’ufficio, se il cittadino risulta averne diritto.

Chi riceve questo tipo di esenzione, ma ritiene di non averne diritto, può richiederne la cancellazione.

Chiusura esenzioni illimitate

Nel corso del 2022 saranno progressivamente chiuse le esenzioni ancora attive con validità illimitata, richieste tramite autocertificazione prima del 2021 e che non hanno trovato conferma nelle informazioni reddituali dell’Agenzia delle Entrate.

In particolare, con data 31 Marzo 2022 saranno chiuse:

  • le esenzioni per le quali dai dati dell’Agenzia delle entrate è emersa una non conformità rispetto ai requisiti di reddito.
  • le esenzioni non confermate dai dati dell’Agenzia delle Entrate di tutti i cittadini che hanno anche una esenzione per invalidità totale di cui possono continuare ad avvalersi
  • le esenzioni autocertificate nel 2020 e nel 2021

Le restanti esenzioni illimitate saranno chiuse con le seguenti scadenze:

  • con data 30 Giugno 2022 le esenzioni autocertificate nel 2011
  • con data 30 Settembre 2022 le esenzioni autocertificate dal 2012 al 2019;


Cosa fare se l’esenzione è scaduta e non viene rinnovata d’ufficio

Se l’esenzione per reddito è scaduta e non è stata ancora riconosciuta d’ufficio è necessario presentare l‘autocertificazione tramite il FSE che registra direttamente l’esenzione sull’Anagrafe Sanitaria Regionale (vedi Esenzione dal pagamento del ticket in base al reddito - Guida ai Servizi).

L’esenzione è annuale e scade il 31 marzo dell’anno successivo.

In particolare, deve presentare l’autocertificazione chi:

  • non è presente negli elenchi di Agenzia delle Entrate, ma ritiene di avere i requisiti per avere diritto all’esenzione da reddito E01, E03, E04 (qui i requisiti)
  • ritiene di avere diritto al riconoscimento di esenzione per disoccupazione E02 o per lavoratori colpiti dalla crisi E99 (qui i requisiti) perché su queste, ad oggi, non pervengono informazioni ministeriali
  • ha diritto all’esenzione FA2, ad esempio per la recente nascita di un figlio

Nota bene: a chi ha già una esenzione totale dal ticket per altri motivi (ad esempio per invalidità), non serve richiedere anche l’esenzione per reddito perché in ogni caso non è tenuto al pagamento di alcun ticket.

Come presentare l'autocertificazione

Dal 1° gennaio 2022 tutte le autocertificazioni possono essere presentate solo tramite Fascicolo Sanitario Elettronico

Presentare l’autocertificazione tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico è più semplice, perché molti dati necessari sono già compilati in modo automatico (dati anagrafici, scadenze); vengono richieste, in maniera guidata, solo le informazioni necessarie per il tipo di esenzione in questione. Di fatto, è più difficile sbagliare la compilazione e anche il controllo dell'autocertificazione da parte dell'Azienda Usl è semplificato. Non solo: si riducono anche i tempi di comunicazione di eventuali incongruenze.

Per accedere al proprio FSE occorre avere le credenziali SPID (scopri come attivare le credenziali).

come presentare l'autocertificazione

Le autocertificazioni vengono inviate all’Agenzia delle Entrate per la verifica dei requisiti: nel caso emerga una non conformità dell’autocertificazione, il cittadino riceverà tramite FSE una comunicazione da parte della sua Azienda USL per il pagamento dei ticket eventualmente non corrisposti. 
Chi non ha ancora le credenziali di accesso al proprio FSE potrà presentare un’ultima autocertificazione cartacea presso gli sportelli Ausl; in quell’occasione riceverà le credenziali SPID per accedere al Fascicolo con cui potrà gestire in autonomia i successivi rinnovi e fruire di tutti i servizi disponibili attraverso questo prezioso strumento (vai al FSE).

FAQ - leggi le risposte alle domande più frequenti


Proroga esenzioni a validità limitata in scadenza  tra il 1° gennaio ed il 31 marzo 2022

Tenuto conto del perdurare dell’emergenza COVID e a seguito di quanto stabilito con Decreto Legge n. 221 del 24 dicembre 2021, che ha prorogato lo stato di emergenza sanitaria fino al 31 marzo 2022, è stata disposta la proroga di 90 giorni di tutte le esenzioni a validità limitata che prevedono un rinnovo previa valutazione specialistica e per le quali la scadenza interviene tra il 1° gennaio ed il 31 marzo 2022.


Elenco di tutte le esenzioni e prestazioni correlate

In questa sezione è possibile consultare l'elenco di tutte le esenzioni dal ticket valide a livello regionale e nazionale utilizzate per il rilascio degli "Attestati di esenzione".

consulta l'elenco 


Normativa e documentazione

Circolare n. 2/2019: "Linee guida su applicazione delle condizioni di esenzione dalla compartecipazione alla spesa sanitaria" (pdf3 MB)

Vademecum linee guida su applicazione delle condizioni di esenzione dalla compartecipazione alla spesa sanitaria (ticket) (pdf755.45 KB)

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?