Seguici su

Informazioni sul Coronavirus

È possibile rivolgersi numero verde 800 033033 attivo dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 18:00 e il sabato dalle 8.30 alle 13.00

Misure di igiene e protezione personale

Misure igieniche per proteggere se stessi e gli altri

  • Lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, farmacie, supermercati e altri luoghi di aggregazione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani.
  • Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
  • Evitare abbracci e strette di mano
  • Mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro
  • Igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie)
  • Evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva
  • Non toccarsi occhi, naso, bocca con le mani
  • Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce
  • Non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico
  • Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro e alcool

Uso delle mascherine

Dal 16 giugno 2022 e fino al 30 settembre 2022, resta l'obbligo di indossare la mascherina FFP2 su questi mezzi di trasporto:

- navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale
- treni di tipo interregionale, Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità
- autobus e pullman
- mezzi impiegati nei servizi di trasporto pubblico locale o regionale
- mezzi di trasporto scolastico 

L'obbligo persiste inoltre nel caso di:

  • lavoratori, utenti e visitatori delle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, comprese le strutture di ospitalità e lungodegenza, le residenze sanitarie assistenziali, gli hospice, le strutture riabilitative, le strutture residenziali per anziani, anche non autosufficienti.

    Non hanno l'obbligo di indossare le mascherine:

    • i bambini di età inferiore ai sei anni
    • le persone con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina
    • le persone che devono comunicare  con una persona con disabilità in modo da non poter fare uso del dispositivo
    • le persone che stanno svolgendo attività sportiva.
    Per ulteriori approfondimenti consulta il sito del Ministero

Come comportarsi in presenza di sintomatologia

Si raccomanda di non recarsi al Pronto soccorso nel caso in cui si ritenga di avere sintomi legati alla presenza del virus. Rivolgetevi al vostro medico di Medicina generale per avere maggiori informazioni. In caso di urgenze, naturalmente, rimane sempre attivo il 118.
Non prendere farmaci antivirali nè antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico.


Sono un donatore di sangue, come mi devo comportare

Il sangue si può donare solo se si è in buone condizioni di salute, quindi anche un semplice raffreddore o mal di gola, senza alcun collegamento al Coronavirus, sarebbe causa di esclusione temporanea.

Ricorda che è bene aspettare 28 giorni prima di andare a donare se:

  • sei rientrato di recente da un viaggio nelle zone identificate a rischio,
  • pensi di essere stato esposto al rischio di infezione da Coronavirus,
  • hai effettuato la terapia per l’infezione da SARS-CoV-2 (per infezione documentata o comparsa di sintomatologia compatibile con infezione da SARS-CoV-2

Quando vai a donare avverti sempre il medico selezionatore dei tuoi spostamenti, specie se in una delle aree interessate dal nuovo Coronavirus.

Comunica, inoltre, se ti è stata diagnosticata l'infezione o se hai avuto sintomi associabili a quelli causati dal Coronavirus (febbre, tosse, difficoltà respiratorie) anche quando i sintomi in questione siano già stati risolti a seguito, o meno, di una terapia; il medico addetto alla selezione, che ti visiterà, potrà decidere di sospenderti temporaneamente dalla donazione.

Se hai già donato, ricordati di contattare il tuo Servizio Trasfusionale in caso di comparsa di sintomi associabili a quelli causati dal Coronavirus.

Recati a donare con tranquillità perché gli operatori sanitari si proteggono a tua tutela.


Posso contrarre l’infezione dal mio animale da compagnia?

No, al momento non vi è alcuna evidenza scientifica che gli animali da compagnia, quali cani e gatti, abbiano contratto l’infezione o possano diffonderla. Si ricorda che è sempre consigliato lavare le mani frequentemente con acqua e sapone o usando soluzioni alcoliche dopo il contatto con gli animali. 

vedi anche il documento di approfondimento sulla gestione degli animali da compagnia

Informazioni per donne in gravidanza

Gestione dei rifiuti domestici

Report vaccinazioni

Consulta i dati

Dona anche tu per l'emergenza sanitaria

Donazioni emergenza sanitaria

Donazioni per l'emergenza sanitaria

Donazioni Covid-19 guarda i dati

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?