Seguici su

Vaccino Covid

Vaccino Covid

Quarta dose, al via da mercoledì 13 luglio in tutta l’Emilia-Romagna le prenotazioni per cittadini di 60 e più anni e soggetti con elevata fragilità dai 12 anni

Vaccinazione in vacanza per cittadini non residenti

Anche per la stagione turistica 2022 la Regione conferma la disponibilità nell’offrire la vaccinazione anti-Covid19 ai cittadini non residenti che vorranno trascorrere le vacanze nel territorio regionale, per completare il ciclo vaccinale primario, la prima dose booster e, se richiesto, il secondo booster, nel rispetto delle indicazioni ministeriali vigenti.

Il turista non residente dovrà presentare il certificato vaccinale dell’Asl dove gli sono state somministrate le precedenti vaccinazioni e la relativa documentazione sanitaria per la valutazione della somministrazione del second booster.

Le Aziende sanitarie garantiranno l’accesso alle prestazioni vaccinali come già previsto per i residenti/assistiti in Emilia-Romagna; nel percorso saranno pertanto incluse anche le farmacie convenzionate aderenti alla campagna vaccinale.

Leggi la notizia

Come prenotare la vaccinazione anti covid-19

Prima e seconda dose

Per chi deve iniziare o completare il ciclo primario si consiglia di far riferimento alle pagine dedicate delle Aziende sanitarie regionali.

Presso gli hub provinciali è possibile accedere anche senza prenotazione e, solitamente, la data della seconda dose viene comunicata durante la prima somministrazione.

Per maggiori informazioni consulta il sito della tua Azienda Usl

Terza dose

Si distingue in:

  • dose addizionale, destinata alle persone trapiantate e immunocompromesse. I destinatari delle dosi addizionali sono direttamente contattati dalle Aziende USL di riferimento.
  • dose di richiamo (booster), destinata a persone che abbiano completato il ciclo primario da almeno 4 mesi (120 giorni).

Per maggiori informazioni consulta il sito della tua Azienda Usl

Quarta dose

Da mercoledì 13 luglio al via le prenotazioni per tutti i cittadini a partire dai 60 anni di età e quelli con elevata fragilità, motivata da patologie concomitanti o preesistenti, dai 12 anni compiuti in su (quindi nati a partire dal 2010).

Per la somministrazione della seconda dose di richiamo deve essere trascorso un intervallo minimo di almeno 120 giorni dalla prima dose di richiamo o dall’ultima infezione successiva al richiamo (fa fede la data del test diagnostico positivo), sia nel caso degli over 60, sia per i fragili dai 12 anni in su, cioè con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti, come ad esempio la disabilità grave, la sindrome di Down, la fibrosi cistica e altri tipi di condizioni, il cui elenco completo è stato definito dal ministero. Per i 12-17enni sarà utilizzato solo il vaccino Comirnaty (BioNTech-Pfizer), per i maggiorenni entrambi i vaccini a mRNA (Comirnaty di Pfizer-BNT e Spikevax di Moderna).  

Elenco condizioni di fragilità per somministrazione quarta dose


Dal mese di aprile la platea dei destinatari della quarta dose include:

  • anziani over80 (nati nel 1942 e negli anni precedenti)
  • persone tra i 60 e i 79 anni (nati tra il 1962 e il 1943) se affette da specifiche patologie critiche indicate dal ministero della Salute
  • ospiti dei presidi residenziali per anziani (Cra e Rsa).

Per la quarta dose viene utilizzato uno dei vaccini a mRNA - Pfizer o Moderna - nei dosaggi autorizzati secondo l’età.

Elenco patologie per le quali è indicata la somministrazione della quarta dose


Per maggiori informazioni consulta il sito della tua Azienda Usl

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/06/29 11:22:43 GMT+2 ultima modifica 2022-07-29T09:44:17+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?